Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

Onda nera nel mare della riserva naturale | FOTO

L'Arpac ha effettuato rilievi: potrebbe trattarsi di uno sversamento illegale

Un'anomala onda di colore nero da qualche giorno sta inquinando la foce di Lago Patria, a Giugliano in Campania riversandosi nell'area marina fino al lido Varca d'oro di Castel Volturno. A lanciare l'allarme di quello che sembra essere un disastro ambientale, è stato Giuseppe D'Alterio, consigliere comunale dei Verdi a Giugliano in Campania. Lago Patria è il più grande lago costiero della Campania dove si sta consumando un altro disastro, la cui origine appare ancora ignota. Le acque nere infatti hanno già raggiunto il mare fino a Castelvolturno e le conseguenze potrebbero essere davvero preoccupanti. Si sospetta che possa trattarsi di uno sversamento illegale. Nelle scorse ore l'Arpac ha effettuato un sopralluogo lungo la fascia costiera per prelevare un campione d'acqua.

Sono intervenuti, oltre l’Arpac e la Guardia Costiera, i carabinieri forestali e del Noe. Sono stati effettuati rilevamenti in più punti in maniera approfondita sia in corrispondenza del lago e della foce che dei canali affluenti. Non solo campionamenti dell’acqua ma anche dei sedimenti. Si tratta di una riserva naturale protetta che dovrebbe essere tutelata. Lago Patria è tristemente noto per altre vicende. Qui, infatti, e in varie aree costiere del litorale domizio, secondo le dichiarazioni del pentito del clan dei Casalesi, Carmine Schiavone, la camorra avrebbe riversato rifiuti tossici provenienti dal Nord Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Onda nera nel mare della riserva naturale | FOTO

CasertaNews è in caricamento