Mercoledì, 19 Maggio 2021
Attualità

Stop all’aumento della Tari: “Evitato il delitto perfetto”

Velardi va sotto in Consiglio, l'opposizione all'attacco: "Un fallimento"

“Un fallimento”. Non usa giri di parole l’opposizione per giudicare le ultime sedute del consiglio comunale per la maggioranza del sindaco di Marcianise Antonello Velardi, costretta a ritirare la delibera sul piano finanziario della Tari per non andare sotto con i numeri, data la crisi col Pd che ha infatti votato con l’opposizione.

Le accuse durissime arrivano in un manifesto dei gruppi di opposizione: “Era inimmaginabile che nella città più industrializzata, ricca e produttiva della regione Campania, si potesse arrivare all’aumento delle tasse a carico dei cittadini di Marcianise – si legge nella nota- Il delitto perfetto, invece, stava per essere commesso dal complice dei falsari il quale ha proposto al consiglio comunale di Marcianise l’aumento dell’Imu e della Tari per l’anno 2019. Fortunatamente il maldestro tentativo non è riuscito grazie al senso di responsabilità di gran parte dei consiglieri comunali presenti (di maggioranza e di opposizione) i quali hanno rispedito al mittente le scandalose proposte di deliberazione avanzate dall’esecutivo Velardi”.

Nel manifesto si ricorda poi come “l’opposizione denuncia da quasi tre anni un enorme spreco di denaro pubblico da parte dell’attuale esecutivo: uno spreco di risorse che ha fatto sprofondare il Comune di Marcianise in una disastrosa condizione economica e finanziaria e che ha ridotto le casse comunali sul lastrico. Ma i cittadini stiano tranquilli: continueremo la nostra battaglia e presto la città sarà liberata da chi ha seminato solo odio e ha praticato politiche fallimentari”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop all’aumento della Tari: “Evitato il delitto perfetto”

CasertaNews è in caricamento