rotate-mobile
Attualità

Terapie a rischio per i bambini autistici, scatta la protesta

Presidio all'Asl di genitori, terapisti ed associazioni per garantire gli standard Aba

Lunedì 7 febbraio si svolgerà una manifestazione presso la sede centrale dell’Asl di Caserta in via Unità d’Italia, dalle 10:30 alle 13. Interverranno associazioni di genitori, terapisti, responsabili di cooperative e associazioni del terzo settore per richiedere che vengano mantenuti gli alti standard dei trattamenti Aba attuali, la continuità assistenziale e per dar voce a tutti i ragazzi con autismo e i loro diritti. Dal 2015 l’Asl di Caserta si fa pioniera, a livello nazionale, di un progetto socio-sanitario specialistico in "Applied Behavior Analysis (Analisi Applicata del Comportamento o Aba)", in linea con le Linee Guida 21 sull’Autismo e con la Legge 134/2015 (Aggiornamento Lea), per la presa in carico di bambini con disturbo dello spettro autistico.

L’Aba risulta essere uno dei trattamenti a maggiore evidenza scientifica per il trattamento dell’autismo. Tale trattamento ha come peculiarità la velocità nel raggiungimento di obiettivi specifici, poiché prevede alta intensità (l’Aba prevede almeno 25 ore settimanali, ma in termini di ore parliamo, in media di 15 ore settimanali erogate per le famiglie casertane dal 2015 ad oggi, più ore di supervisione mensile), prevede l’erogazione in tutti gli ambienti socialmente significativi, quali casa, scuola, ludoteca, parco, centro commerciale e altro, come anche in setting più strutturati (ambulatori) ed una stretta compliance del caregiver.

L’Aba è una scienza da cui derivano altri tipo di trattamento, come l’Esdm o il Prt. Tale scienza è riconosciuta a livello Internazionale e la sua applicazione è garantita dall’organo Bacb, il quale norma formazione, applicazione ed etica di tale scienza di modifiche del comportamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terapie a rischio per i bambini autistici, scatta la protesta

CasertaNews è in caricamento