rotate-mobile
Attualità Sessa Aurunca

Troppe ore di lavoro in ospedale, medico si sente male

La denuncia del dirigente di Ginecologia dell’ospedale San Rocco di Sessa Aurunca

Ha lavorato più di 60 ore in una sola settimana, con sei giorni di reperibilità e turni anche di 12 ore. Un tour de force che alla fine ha presentato il conto, con il malore e l’Asl di Caserta che ha certificato lo stato di stress correlandolo ai ritmi di lavoro. 

È la storia che vede protagonista Leonardo De Rosa, sindacalista del Nursind e dirigente medico del reparto di Ginecologia dell’ospedale San Rocco di Sessa Aurunca. Come riporta SkyTg24, in reparto con De Rosa c’era altri due medici, mentre altri tre erano in ferie. Una situazione denuncia anche dal suo sindacato, che aveva contestato l’organizzazione del periodo estivo nel nosocomio di Sessa Aurunca senza avere però risposta alle osservazioni. 

De Rosa racconta ai microfoni di Sky quanto successo, come è arrivato al malore: “Ho fatto di guardia attiva più di 60 ore di lavoro in una settimana mentre il contratto nazionale ne prevede 38 e circa una settantina di ore di reperibilità. E’ successo che al termine dell’ennesimo turno lungo di guardia che faceva seguito a una notte di reperibilità e che sarebbe dovuto sfociare in un’ulteriore notte di reperibilità, al termine di un intervento ho avvertito un malore”. Il dirigente medico del reparto di Ginecologia sta ora valutando l’eventualità di presentare denuncia alla Procura della Repubblica.

Proprio l’ospedale di Sessa Aurunca era stato protagonista di una maxi inchiesta sull’assenteismo in corsia con 28 indagati, che ha portato il direttore generale dell’Asl Ferdinando Russo a firmare il licenziamento di 12 dipendenti tra personale medico ed amministrativo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppe ore di lavoro in ospedale, medico si sente male

CasertaNews è in caricamento