rotate-mobile
Attualità

Il vescovo apre il Macrico: prima al Comitato, poi a tutti i casertani

Sabato appuntamento ‘riservato’ per una ricognizione. Poi il 4 aprile l’area verde sarà aperta a tutti col Fai

I rappresentanti delle associazioni del Comitato ‘Macrico Verde’ potranno entrare nell’area sabato 26 marzo per una prima visita di ricognizione, dopo ben 16 anni dall’ultimo ingresso. Ad annunciarlo sono stati Maria Carmela Caiola e Sergio Tanzarella che aveva lanciato un appello al vescovo di Caserta Pietro Lagnese dopo che, quest’ultimo, nel Te Deum di Capodanno, aveva annunciato la volontà di restituire l’area alla città. L’ingresso sarà riservato solo alle associazioni del Comitato e per un numero limitato di persone.

“Entrare per primi nel Macrico appena rimesso in sicurezza è un importantissimo riconoscimento da parte del vescovo Pietro Lagnese e da parte del presidente dell’Istituto Sostentamento Clero don Antonello Giannotti del ruolo fondamentale svolto negli ultimi 21 anni dal Comitato, il cui impegno costante ha consentito di conservare fino ad oggi l’integrità del prezioso polmone verde di Caserta” affermano in una nota Caiola e Tanzarella.

“Siamo riconoscenti al Vescovo e al Presidente di questa attestazione e del loro impegno per restituire alla città un bene strategico per il suo futuro. In accoglimento della richiesta del Comitato di aprire l’area alla cittadinanza, perché tutti vedano il Parco che già c’è, domenica 3 aprile, con la collaborazione del FAI, ci sarà la possibilità per tutti i casertani di visitare il Parco. Sarà un giorno di grande festa nel quale ricordare positivamente gli sforzi compiuti in questi anni da tante associazioni e da tanti cittadini. E’ la vittoria di un impegno civico che è stato più forte di cementificatori e palazzinari” concludono.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vescovo apre il Macrico: prima al Comitato, poi a tutti i casertani

CasertaNews è in caricamento