menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Camilla Sgambato

Camilla Sgambato

Logo della Reggia, Sgambato scrive al Mibact: "Cittadini preoccupati"

L'ex deputata e componente della segreteria nazionale interviene sulla questione del monogramma

"Il ministero si attiverà prontamente per una riflessione". E' quanto annuncia l'ex deputata Camilla Sgambato che ha inoltrato, insieme a Nicola Oddati (delegato alla cultura nella segreteria nazionale del Pd), una nota al Mibact per evidenziare criticità e perplessità, sollevate quasi unanimemente dall’opinione pubblica casertana, sul cambio di logo della Reggia di Caserta.

"Non sta a noi entrare nel merito della scelta, ma le tante preoccupazioni raccolte nella comunità casertana ci sollecitano qualche riflessione - fa sapere Sgambato - Il logo precedente, iconico, racchiudeva il segno e il senso di una Reggia, quello scelto adesso viceversa è un monogramma, usato a più riprese in varie comunicazioni. Eravamo abituati al fatto che il logo della Reggia fosse la sua planimetria, vista dall’alto, come a volo d’uccello, elaborato dal grafico casertano Alberto Grant. Una buona soluzione per riconoscere il Palazzo. Un segno identitario. Non replicabile. Unico. I casertani - prosegue - temono che un logo scelto per il rilancio dell’immagine possa, invece, ottenere l’effetto contrario, cioè acuire il già difficile momento che la Reggia già sembra attraversare. Diminuiscono i numeri dei visitatori (845mila nel 2018, 728mila nel 2019), ma non è colpa del coronavirus; niente più eventi, annullati quelli programmati da Felicori, rescissi i contratti tenuti in standby quando era direttore protempore Lampis. Così, temono i casertani, lentamente muore, dopo tre anni di rinascita, un bene di inestimabile valore che ancora oggi vive del lavoro fatto da Mauro Felicori. Cui prodest?".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Un casertano 'sbarca' in Honduras all'Isola dei Famosi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento