menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Locali chiusi e persone in strada

Locali chiusi e persone in strada

Centinaia di giovani in strada senza mascherina dopo la chiusura dei locali

A Caserta le attività rispettano le ordinanze ma i ragazzi non rinunciano alla movida. Distributori in funzione e feste in strada e nel sottopasso

Ma siamo sicuri che la colpa dell'aumento dei contagi sia dei locali? Sabato sera a Caserta le attività della movida hanno rispettato gli orari di chiusura, mezzanotte per i bar mentre pub, ristoranti e pizzerie hanno consentito gli ultimi accessi ai clienti alle 23. I controlli ci sono stati, è stata elevata anche qualche multa ma nessuna relativa a violazioni dell'ultima ordinanza del governatore Vincenzo De Luca. Anche tra i clienti si è assistito - almeno fino a mezzanotte - ad un rispetto generale delle regole: solo 3 persone su 300 sono state sanzionate perché non indossavano la mascherina. 

Tutto bene, allora? Neanche per sogno. Perché con la chiusura dei locali e la fine dei servizi di controllo la situazione è ben presto degenerata. Centinaia di persone in strada: senza distanziamento, senza mascherina. Siamo in via Mazzocchi e tantissimi giovani sono in strada anche con i locali chiusi.

Non regge nemmeno l'ordinanza che vieta la vendita per asporto di alcolici che puntualmente avviene presso i distributori automatici. Non regge il divieto di consumo con tanti che si sono recati nel sottopasso della ex Saint Gobain per fare baldoria e consumare drink (vietati nelle aree pubbliche) come se niente fosse. Ed allora il dubbio resta. L'aumento dei contagi è davvero legato all'orario in cui chiudono i locali?  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    I Casalesi conquistano anche la Toscana: 34 arresti

  • Incidenti stradali

    Nebbia e ghiaccio in autostrada, muore 53enne casertano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento