Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

Il Comune deve pagare altri 158mila euro di fondi vincolati

L'organo straordinario di liquidazione ha ammesso alla massa passiva anche altri 197.032 euro di debiti

Il Comune di Caserta guidato dal sindaco Carlo Marino

Il Comune di Caserta deve pagare altri 160mila euro circa di debiti per fondi vincolati. E' quanto deliberato dall'organo straordinario di liquidazione, nominato ad agosto del 2018 per gestire l’indebitamento pregresso al dissesto finanziario dichiarato il 23 aprile dello stesso anno, nonché per l’adozione di tutti i provvedimenti per l’estinzione dei debiti dell’Ente.

L'organo, presieduto da Marcello Cosconati, ha ammesso alla massa passiva della liquidazione i debiti di bilancio per fondi vincolati, relativi ai seguenti creditori: cooperativa sociale "Il sole nascente" (66.055,70 euro); Angelo Guida (1.170 euro); ditta Nael srl (71.313,20 euro); Nasta Impianti snc (18.489,96 euro); cooperativa sociale "Costruire il sociale" (1.566,43 euro). Un importo complessivo di ben 158.595,29 euro che ora l'Ente guidato dal sindaco Carlo Marino dovrà liquidare.

Intanto l'organo straordinario di liquidazione ha ammesso parzialmente alla massa passiva altre istanze presentate da nove creditori. Compensi professionali per incarichi legali, imposte, rimborso dei tributi, lavori di manutenzione, servizi di assistenza in ambito sociale, risarcimento danni: questi i motivi alla base della pretesa dei creditori. L'importo complessivo ammesso alla massa passiva è di 197.032 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune deve pagare altri 158mila euro di fondi vincolati

CasertaNews è in caricamento