menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I membri dell'associazione “Go! - Giovani Ortesi”

I membri dell'associazione “Go! - Giovani Ortesi”

I giovani ortesi realizzano una mini libreria itinerante

Del Prete: "Vivere in un paese in cui i giovani non vengono valorizzati lascia l'amaro in bocca, ma ci ha spinti a rimboccarci le maniche"

In occasione della Giornata mondiale del libro l'associazione “Go! - Giovani Ortesi” ha realizzato una mini-libreria itinerante che farà tappa in diversi luoghi di Orta di Atella. All'interno della cassetta realizzata dai ragazzi dell'associazione chiunque potrà prendere un libro e lasciarne un altro. L'obiettivo è quello di mettere in circolo le storie custodite nei libri superando così le restrizioni causate dalla pandemia.

Grazie al bookcrossing i libri non si fermano e passano dalle mani di un lettore all'altro. Sul territorio ortese mancano infatti luoghi di studio, di formazione e di aggregazione giovanile. Pur essendo una delle città più giovani d’Italia a Orta non c’è alcuna biblioteca comunale, né spazi o luoghi di incontro per i giovani. Ripartire dalla cultura e dalla conoscenza è fondamentale non solo per rilanciare il territorio atellano ma anche per garantire un futuro alle giovani generazioni.

"Vivere in un paese in cui i giovani non vengono valorizzati lascia l'amaro in bocca - afferma Domenico Del Prete, vice presidente dell'associazione - Questa condizione di privazione ci ha spinti a rimboccarci le maniche, per questo abbiamo realizzato la prima Free little library dell’agro atellano. Leggere è un elemento importante per la crescita umana. Con piccoli gesti, come lo scambio di un libro, pensiamo che si possa realizzare una società più solidale. Questa cassetta vuole essere un punto di riferimento per tutti coloro che amano la cultura. Ringraziamo tutti quelli che hanno creduto nel nostro progetto, dandoci la possibilità di trasformare il nostro sogno in realtà, sperando che presto potremmo avere una biblioteca anche a Orta”.

Noemi Iovinella è invece una delle ragazze dell'associazione che ha ideato e preso parte al progetto. "Siamo studentesse e studenti universitari che si sono improvvisati falegnami e pittori costruendo la mini-libreria partendo da zero - dichiara - Fin da piccola ho sempre amato la lettura. Nonostante durante gli studi universitari abbia usufruito dei servizi bibliotecari offerti dai Comuni limitrofi la mancanza di un luogo dove poter studiare si è sempre fatta sentire. Se siamo riusciti nel nostro intento di avvicinare la cultura alle persone lascio giudicare a chi usufruirà di questa splendida e colorata mini-libreria".

Fino al 29 aprile la Free little library sarà usufruibile presso il Gran Caffè Pagano. Dal 3 al 6 maggio si troverà al Caffè Tabacchi Mozzillo in piazza Virgilio a Casapozzano. Dal 7 al 13 maggio farà tappa presso il Bar Splendore. Dal 14 al 20 maggio la cassettina sarà utilizzabile presso l'Open Bar in piazza San Salvatore. Dal 21 al 27 maggio sarà infine disponibile presso il Dreamy Cafè in via Clanio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il violento impatto poi le fiamme, bilancio pesante: morto e feriti

  • Cronaca

    Boom di guariti nel casertano in 24 ore ma ci sono 5 vittime

  • Cronaca

    Pizzo all'imprenditore, 2 arresti. "I soldi per Zagaria e 'ndrangheta"

  • Incidenti stradali

    Pasquale e Chiara tornano a casa dopo la tragedia in Toscana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento