Attualità Aversa

La Terra dei Fuochi brucia. “Barricati in casa d’estate”. Appello a Draghi

I sindaci scrivono al premier: “I roghi sono una emergenza nazionale”

“I roghi sono una emergenza nazionale”. E’ quanto ha scritto il sindaco di Aversa Alfonso Golia, a nome di tutti i sindaci dell’agro aversano, nella lettera inviata al presidente del consiglio Mario Draghi per portare alla sua attenzione la delicata situazione in cui sono costretti a vivere i residenti della Terra dei Fuochi.

“Come sindaci dell’agro aversano - si legge nella lettera - abbiamo apprezzato la sua visita al carcere di Santa Maria Capua Vetere e le sue parole, chiare e nette: non c’è giustizia dove c’è abuso. Ci scusi se ci permettiamo di parafrasarle ma sentiamo il dovere di dirle che non c’è giustizia dove non c’è sicurezza. E si perché i nostri territorio da decenni sono afflitti da una cronica carenza di personale delle forze dell’ordine che compromette il controllo del territorio. Sappia che senza controllo continua a dilagare i roghi tossici che rendono l’aria irrespirabile e ci costringono, nonostante il caldo torrido, a barricarci in casa, chiudere balconi e finestre per non esporci alle diossine. Caro presidente le chiediamo di far diventare i roghi tossici una emergenza nazionale, una priorità del suo governo affinché si riesca dove i tanti suoi predecessori hanno fallito: dare a questa terra speranza e futuro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Terra dei Fuochi brucia. “Barricati in casa d’estate”. Appello a Draghi

CasertaNews è in caricamento