Tensione sulla giunta tecnica, la Lega manda un messaggio chiaro al sindaco

I 2 consiglieri molto duri: "Sembrano le modalità del passato..."

Mario Verlezza con Matteo Salvini

Inizia col piede sbagliato l’avventura amministrativa a San Felice a Cancello del sindaco Giovanni Ferrara. I nodi sulla giunta non sono stati superati ed oggi c’è la possibilità che il neo primo cittadino si presenti in aula con una squadra monca o, addirittura, senza nomi.

E che ci sia qualche problema lo confermano anche i consiglieri comunali della Lega Mario Verlezza ed Angelina Roncone. “È inutile nascondere che l’esordio politico del sindaco Giovanni Ferrara non ci piace affatto” affermano. “Lo abbiamo sostenuto e abbiamo contribuito alla sua elezione con l’unico intento di voltare pagina rispetto alle ‘anacronistiche modalità politiche’ del passato - aggiungono -. Per adesso, e speriamo solo per adesso, dobbiamo costatare che purtroppo ha iniziato esattamente con quelle medesime modalità. ‘Rinnovamento e cambiamento’ erano, sono e saranno sempre le uniche stelle polari della Lega a San Felice a Cancello; ovviamente non ne facciamo un problema di poltrone, ma questa giunta di tecnici è una scelta esclusivamente del sindaco che non trova in noi nessuna condivisione".

Ed aggiungono: "A San Felice a Cancello ha vinto la politica con Giovanni Ferrara, le liste che lo sostenevano e ciascuno dei candidati che in quelle liste ha messo personalmente la faccia per quel progetto amministrativo; infatti se qualcuno voleva i tecnici alla guida del Comune lo poteva anche dire prima e, semmai, li poteva anche candidare. Ovviamente la Lega non ne fa un problema di nomi o di persone, al contrario ne fa un problema di modalità, di condivisione e di partecipazione nelle scelte politiche da mettere in campo; infatti purtroppo dobbiamo costatare che il sindaco esattamente il minuto dopo la vittoria elettorale ha avocato esclusivamente a se ogni scelta e qualsiasi decisione, dimenticandosi probabilmente dell’intera coalizione o almeno di gran parte di essa, ma certamente dimenticandosi della Lega che lo ha sostenuto fin dall’inizio senza tentennamento alcuno. Ci saremmo aspettati dal sindaco la stessa correttezza, la medesima educazione politica e linearità di comportamento che la nostra lista ha messo in campo nei suoi riguardi. C’è solo da augurarsi, per il bene di San Felice a Cancello, che il novello primo cittadino si ravveda quanto prima per ritornare al primato della politica, al rispetto della volontà degli elettori e soprattutto dell’urna: unici veri titolari a poter decidere le sorti della nostra amata città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile schianto sulla Casilina: grave autista casertano I FOTO

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Scuole superiori: ecco quali sono le migliori a Caserta e provincia

Torna su
CasertaNews è in caricamento