"I lavori realizzati in via Latina sono una delusione totale"

L'affondo dei consiglieri comunali di minoranza contro il sindaco e la sua amministrazione

Il consigliere comunale Giovanni Diana

"Dopo tanti disagi e dopo mesi di chiusura, finalmente riapre via Latina a Pastorano, ma a quanto pare i lavori realizzati sono una delusione totale". A dichiararlo sono i consiglieri comunali di minoranza Giovanni Diana, Vincenzo Capezzuto e Gaetano Di Gaetano che poi aggiungono: "Chiunque in questi giorni ha avuto modo di percorrerla, senz’altro si è reso conto che praticamente è stato fatto poco o nulla per risolvere gli annosi problemi che la strada presentava. Il sindaco, il consigliere delegato ai Lavori pubblici, tutti gli amministratori ed i tanti tecnici coinvolti, nessuno si è reso conto di quello che si stava realizzando. Ma chi doveva controllare? Chi ha deciso i lavori da fare e le varianti agli stessi? Opere incomplete nonostante i tantissimi soldi spesi, scelte progettuali inadeguate, copiose pozzanghere di acqua, avvallamenti nella sede stradale, il terreno che già invade le cunette laterali colme di acqua ristagnante, e nulla è stato fatto per i continui allagamenti che di solito si ripercuotono fino alla rotatoria. Opere di breve durata, tutto provvisorio e senza controlli adeguati, il fango che già si riversa sulla sede stradale e tanti pericoli per la viabilità. Questo è il risultato".

"Dobbiamo poi vedere cosa si sta facendo a via Matteotti con l’auspicio che la conclusione sia diversa - continuano i consiglieri di opposizione - Noi siamo tenuti all’oscuro di tutto, come ogni concittadino dobbiamo aspettare i lavori ultimati per sapere cosa è stato fatto. Questa è un’altra palese dimostrazione di una maggioranza noncurante del paese che amministra, una maggioranza completamente assente. Assente per quanto concerne l’organizzazione degli accessi al cimitero che già in questi giorni è frequentatissimo. Nessun controllo su chi vi accede e nei prossimi giorni, in occasione della commemorazione dei defunti, l’affluenza di persone sarà sicuramente maggiore. Occorre quindi regolamentare e controllare in sicurezza l’afflusso soprattutto perché si prevede l’arrivo di visitatori provenienti da altri comuni. Assente per quanto concerne l’organizzazione degli accessi alla casa comunale. Il personale già insufficiente e sovraccarico di lavoro procede senza un minimo di organizzazione e ciò causa disagio sia ai dipendenti stessi che agli utenti. Bisogna regolamentare e controllare in sicurezza l’afflusso e soprattutto informare la cittadinanza. Assente per quanto concerne l’informazione sui contagiati da coronavirus e sulle misure che intende attuare per prevenire il diffondersi della pandemia. Assente per quanto concerne la sanificazione frequente dei luoghi pubblici - concludono - Assente per quanto concerne gli aiuti ai cittadini e agli esercenti commerciali in difficoltà per la pandemia. I cittadini sono fortemente preoccupati e l’amministrazione è assente come sempre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento