rotate-mobile
Attualità Teano

La Regione finanzia i lavori alle strade e scatena la battaglia sulla 'paternità'

L'ex sindaco D'Andrea si prende i meriti del progetto, Scoglio risponde: "Aveva perso tutti i soldi"

Il Comune di Teano ha ottenuto un milione e 200mila euro per degli interventi alle strade. Chiaramente in un momento di 'staffetta' tra due amministrazioni comunali, quella guidata da Dino D'Andrea e quella attuale capeggiata da Giovanni Scoglio, si va a caccia della paternità delle opere anche per mostrare la 'bravura' in un contesto storico che invece dovrebbe prevedere solamente efficienza ed efficacia da parte di chi amministra. Sicuramente qualcuno è stato bravo a prendere il finanziamento e qualcun altro dovrà essere bravo a spenderlo nel migliore dei modi.

Quello che però viene contestato all'attuale amministrazione è il non aver nemmeno fatto cenno al governo passato di Teano con l'ex sindaco D'Andrea che sbotta: "Il finanziamento è merito della nostra amministrazione e dell’ingegner Carmine De Fusco all’epoca Assesore ai lavori pubblici e di tutta la Giunta; Carmine curò dettagliatamente, con sacrifici e competenza, nel 2020 il progetto che la mia amministrazione presentò alla regione Campania. Chiaro che a causa della pandemia i tempi del finanziamento furono allungati ma la delibera della regione Campania che concede quest’importo al Comune di Teano è datata 7 giugno 2022, data antecedente all’insediamento della nuova amministrazione. Complimenti (ironici!) anche alla nuova amministrazione che dal 12 giugno a qualche giorno fa ha impiegato tre mesi per rispondere alla regione Campania sul cronoprogramma. Poi aspettiamo anche di sapere altri 330mila già appaltati e consegnati alla ditta per le altre frazioni che fine abbiano fatto. Non è corretto arrogarsi meriti per il lavoro altrui, mi sarei aspettato un formale ringraziamento almeno in virtù della continuità amministrativa, ma, capisco che lo stile è un modus congenito e non si acquisisce con cariche istituzionali. Scusate per l’inciso ma era solo una questione di verità ed onestà intellettuale".

Non si è fatta attendere la replice dell'attuale sindaco Giovanni Scoglio: "Forse il dottor D'Andrea non si è reso conto che il finanziamento richiesto dalla sua amministrazione era stato clamorosamente perso per inerzia (altro che Covid). Infatti, come si evince dall'atto grazie ad una delibera di Giunta Regionale del 7 Giugno 2022 (quando già non amministrava più) la Regione Campania ha rifinanziato il progetto, che si è perfezionato soltanto in data 21 luglio 2022, sotto l'attuale amministrazione. Quanto alla presunta mancanza di stile per non aver ringraziato l'ex assessore, ingegnere De Fusco, che oggi lo stesso D'Andrea definisce votato al sacrificio e competente (giudizio che condividiamo pienamente), facciamo solo notare che l'ex Sindaco D’Andrea pensò bene, in virtù di questa competenza oggi decantata, di cacciarlo dalla sua Giunta e di relegarlo all'opposizione, per poi perdere il finanziamento in oggetto".

Scoglio poi continua anche sui 331mila euro appaltati, "che oggi rischiano di esporre il Comune di Teano all'ennesimo contenzioso con la ditta vincitrice di gara, visto che la sua amministrazione non ha mai avviato i lavori. Per tale motivo, al momento, non è possibile accedere ai finanziamenti per il relativo adeguamento dei prezzi, necessario ad eseguire l'opera e siamo in attesa del via libera da parte di Cassa Depositi e Prestiti per la verifica della possibilità di poter utilizzare ancora le somme previste. Nei prossimi giorni spiegheremo ai cittadini se siamo di fronte all'ennesimo disastro amministrativo (certamente non nostro), oppure se riusciremo a dare avvio al cantiere. Stessa sorte è toccata anche ai lavori di adeguamento statico della casa comunale che, sempre a causa della stessa inerzia, hanno esposto il nostro ente all'ennesima richiesta di risarcimento danni da parte della ditta che si è aggiudicata l'appalto.
Ovviamente, stiamo cercando di risolvere. Potremmo continuare a lungo, ma non ci piace scendere sul terreno della polemica sterile, che sembra tanto in voga da quando ci siamo insediati. Stiamo lavorando per cercare di risolvere gli innumerevoli problemi. La Città ha un disperato bisogno di strade adeguate e ci siamo limitati a comunicare  l'ottenimento di un finanziamento con la firma nei giorni scorsi, della relativa convenzione con la Regione Campania. Solo questo ci interessava. Le cose prima si fanno e poi si annunciano, a differenza di altri che hanno fatto della propaganda vuota, della tecnica dello “scaricabarile” e delle offese quotidiane ai propri collaboratori e alle istituzioni, il loro agire amministrativo. Piuttosto, l'ex Sindaco, spieghi alla cittadinanza come ha fatto a lasciare una Città in macerie e senza personale, rendendo la potenziale ripresa quasi impossibile per chiunque. Altro che ringraziamenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione finanzia i lavori alle strade e scatena la battaglia sulla 'paternità'

CasertaNews è in caricamento