Lavori alle strade interrotti, Aveta: "Una vergogna"

La denuncia delle associazioni: "Con le strade scarnificate, il traffico veicolare genera una persistente nuvola di polvere che si infiltra nelle case dei residenti"

Raffaele Aveta

Le associazioni “Fermiamo il degrado ambientale”, "Passione civica", “Futuro 2030”, “Adotta la città”, evidenziano la gravità della situazione esistente in alcune strade di Santa Maria Capua Vetere, come via Perlasca e via Martiri del Dissenso. Da circa due settimane sono iniziati, dopo anni di attese, i lavori di rifacimento di alcune strade cittadine. Lavori inspiegabilmente interrotti dopo che sono state scarnificate del primo strato di asfalto per solo due/tre centimetri. “Una vergogna - ha dichiarato Raffaele Aveta, portavoce delle associazioni - I sammaritani dopo aver aspettato quasi cinque anni, senza che una sola strada sia stata rifatta, subiscono oggi un ulteriore danno per l’improvvisa interruzione dei lavori. Chiediamo all’amministrazione comunale di intervenire con urgenza in quanto, come ci segnalano molti cittadini, con le strade scarnificate, il traffico veicolare genera una persistente nuvola di polvere che si infiltra nelle case dei residenti. La polvere sottile è costituita da idrocarburi dell’asfalto e cemento: gli induttori della silicosi e del cancro polmonare. Al sindaco Antonio Mirra il dovere di intervenire immediatamente per tutelare la salute dei cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento