Attualità Pietramelara

Lavori alle strade in 4 località: coperte le buche | FOTO

Gli interventi a San Pancrazio, Sorienze, la Cava e San Nicola

E’ stato ultimato il programma di interventi di sistemazione, livellamento delle strade, pulizia dei fossi e di disotturamento dei tubi sottostanti le carraie delle località San Pancrazio, Sorienze, la Cava e San Nicola a Pietramelara. "I lavori - spiega il vice sindaco Giovanni De Robbio - pianificati e realizzati in sinergia con la Comunità Montana del Monte Maggiore, restituiscono funzionalità alle aree pedemontane che svolgono una funzione di protezione del nostro paese dai rischi di allagamenti ed eventi alluvionali".

In particolare, per quanto riguarda località San Pancrazio, "dato il pesante deterioramento, l’incuria ed il totale disinteresse nel corso del periodo di gestione della passata amministrazione - sottolinea De Robbio - è stato reso necessario un consistente lavoro di sagomatura della strada con ricostruzione dell’intero manto stradale; inoltre sono stati ripristinati i fossi laterali, sturati, uno ad uno, i tubi sottostanti le carraie e ricostituiti i corsi di deflusso delle acque che oramai non esistevano più. Il lavoro ha riportato alla luce una delle strade rurali più importanti di Pietramelara direttamente collegata al sentiero della Capozzola. Sono luoghi che ci appartengono, che ci identificano come comunità, spazi che trasudano di storia, cultura e natura e rimandano alla tradizione e al folclore popolare. Attraversando queste strade si possono ammirare scorci panoramici unici".

Riguardo le località Sorienze, La Cava e San Nicola, arterie pedemontane di fondamentale importanza, "sono stati eseguiti altri lavori di ricostruzione dei fossi, di disotturazione dei tubi sottostanti le carraie - aggiunge - e sono state colmate e risagomate le buche stradali e gli avvallamenti più pericolosi. Di grande impatto dal punto di vista del drenaggio idraulico – forestale e del recupero funzionale del canalone, la posa in opera di dossi e cunette realizzati, sotto la direzione degli operatori della Comunità Montana, alle estremità inferiori delle strade provenienti dalle crucivalli per potere raccogliere le acque meteoriche provenienti dall’alta montagna. Le opere si sono rese necessarie per irreggimentare le acque e tentare di risolvere errori madornali emersi a seguito della realizzazione dell’ormai tristemente famoso canalone, il quale oltre a rivelarsi un’opera inutile è risultata anche dannosa per gli equilibri naturali della nostra montagna e per l’intero ecosistema circostante".

Il programma dei lavori proseguirà nelle prossime settimane e sarà concentrato su tutte le arterie pedemontane del Monte Maggiore secondo un calendario di priorità già definito dagli uffici preposti. "Nonostante la pandemia e le molteplici difficoltà da essa derivate, stiamo cercando, senza conoscere soste, di risolvere le problematiche del nostro territorio e di attuare il nostro programma elettorale, sul quale andiamo avanti raccogliendo i risultati di uno sforzo che è raddoppiato in periodo emergenziale. Ci rincuora molto e ci aiuta ad andare avanti con innata energia ricevere quotidianamente gli apprezzamenti, la fiducia e la condivisione di tutta la popolazione", conclude Giovanni De Robbio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori alle strade in 4 località: coperte le buche | FOTO

CasertaNews è in caricamento