rotate-mobile
Attualità

Plessi "Scuola De Amicis-Giannone": a rischio il prossimo anno scolastico

E' il timore dei consiglieri di minoranza che hanno presentato un'interrogazione. Del Rosso: "L'amministrazione dica come e dove verranno ricollocate le aule"

Lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria dei plessi Scuola De Amicis-Giannone di Caserta animano il dibattito politico. Il consigliere Maurizio Del Rosso ha presentato un'interrogazione sulle previsioni per il nuovo anno scolastico: “Famiglie e studenti hanno bisogno di sapere dove finiranno prima di settembre”.

Una vera epopea quella dei lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria dei plessi Scuola De Amicis-Giannone a Caserta per i genitori ma anche per gli alunni delle due scuole, letteralmente sbattuti in giro per la città senza ancora la certezza di una sede fissa e questo dal 2020, data di inizio dei primi lavori. Molte classi della De Amicis vennero prima trasferite in altra sede e costrette ai doppi turni, per poi essere dislocate presso il Complesso Sant'Agostino. I ragazzi del Giannone, invece, hanno dovuto seguire le lezioni chi presso il plesso scolastico sito a viale Lamberti e chi presso i locali della Curia di piazza Vescovado. “Com'è noto da anni sono in corso i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria in questi plessi - spiega Maurizio Del Rosso, che ha presentato l'interrogazione unitamente con Giampiero Zinzi, Alessio Dello Stritto e Fabio Schiavo, consiglieri comunali del gruppo consiliare Zinzi per Caserta, e Donato Aspromonte di Prima Caserta -. Anche nel trascorso anno scolastico, nonostante la rassicurazioni dell'amministrazione, parte delle attività didattiche sono state trasferite in altri edifici, quali il complesso Sant'Agostino di via Mazzini, i locali della Curia ed edifici scolastici nella Saint Gobain, con enormi disagi per alunni, insegnanti e genitori".

Del Rosso poi aggiunge: "Non possiamo restare più in questa incertezza, rumors dicono che la Curia non sia più disposta ad offrire la disponibilità degli immobili per ospitare i ragazzi del Giannone e quindi le classi dovrebbero essere ancora riallocate. Insomma è un'odissea che dura da due anni, vogliamo sapere con chiarezza qual è l'obiettivo di questa amministrazione e non possiamo conoscerlo il 12 settembre, prima dell'apertura delle scuole, com'è intuibile le famiglie hanno bisogno di organizzarsi prima, avere almeno dei tempi indicativi”.

Ad oggi i lavori di rifacimento del tetto del plesso Corso Giannone n. 5, così' come del Giannone, risultano avviati, ma non si sa se  saranno conclusi entro l'inizio del nuovo anno e dove le classi verranno ricollocate. Inoltre il complesso Sant'Agostino si presenta inadeguato alla formazione dei minori tenuto conto che ai bimbi viene impedito di pater usufruire di alcuni strumenti presenti invece nel plesso centrale della De Amicis di via Giannone n. 5, quali ad esempio LIM, rete wifi, palestra, armadietti, appendiabiti e altro ancora. Ancor più grave e che i locali non sono dotati di impianto di riscaldamento lasciando così al gelo i piccoli utenti”.

L'interrogazione rivolta all'amministrazione chiede "se i lavori che interessano i plessi della Scuola De Amicis-Giannone di Caserta termineranno entro il 31 agosto". Inoltre si vuole sapere, "nell'eventualità in cui i lavori non dovessero terminare, dove verranno ricollocate le aule, atteso che da voci appare che la Curia non possa più concedere la disponibilità dei propri locali". Infine si vuole conoscere "quando è prevista l'integrale e regolare ripresa delle attività didattiche presso le sedi della De Amicis-Giannone per tutte le classi ed il contestuale rilascio dei locali del Complesso Sant'Agostino e quali misure intende adottare l'amministrazione per garantire il regolare funzionamento delle attività didattiche dei plessi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Plessi "Scuola De Amicis-Giannone": a rischio il prossimo anno scolastico

CasertaNews è in caricamento