rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Attualità Bellona

Lavori alla rete idrica, il sindaco: "Condotte vecchie di 60 anni"

Acqua col contagocce nelle case: avviati i cantieri in via Triflisco e via Vinciguerra

“La rete idrica di Bellona ha circa 60 anni e andrebbe interamente sostituita”. Queste le parole del sindaco Filippo Abbate che ha voluto rassicurare i cittadini troppo spesso ‘avviliti’ a causa della scarsa pressione di acqua nelle case. In particolare, ad essere maggiormente attanagliate dai disagi, sono le abitazioni che insistono su via Triflisco e via Vinciguerra. Ed è proprio in questi due tratti che da giorni sono partiti i cantieri (che termineranno nel giro di un mese) per procedere alla sostituzione delle condotte.

Lavori alla rete idrica a Bellona

Il Comune di Bellona, fuoriuscito dal Consorzio Idrico nel 2016, è corso ubito ai ripari dopo le numerose segnalazioni dei cittadini. "Stiamo procedendo con allacci e sostituzione della rete idrica, dato che non abbiamo assolutamente intenzione di continuare a fare inutili rappezzi - ha sottolineato il sindaco Abbate - Abbiamo iniziato i lavori con posa in opera della nuova rete idrica anche sul lato destro di via Vinciguerra e stiamo sostituendo interi tratti di condotte idriche in via Triflisco. Dopodiché procederemo con la riqualificazione del manto stradale".

"Le somme per effettuare questi interventi logicamente sono esose per le casse comunali - ha concluso Filippo Abbate - ed è per questo che per quanto riguarda via Triflisco, nei mesi scorsi, abbiamo presentato al competente Ministero un progetto finanziabile a fondo perduto da 2,5 milioni di euro, quindi non a carico del nostro Bilancio. Gli interventi alla rete idrica ovviamente non finiranno qui. In base alle priorità interverremo sulle altre zone del territorio. E questo sarà possibile grazie alla procedura in corso per l'affidamento biennale per accordo quadro da circa 300mila euro". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori alla rete idrica, il sindaco: "Condotte vecchie di 60 anni"

CasertaNews è in caricamento