menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Museo Civico di Mondragone

Il Museo Civico di Mondragone

Partono i lavori per la messa in sicurezza del Museo Civico

Il sindaco Pacifico: "Appena ultimati, lo stabile sarà reso disponibile quale nuova sede cittadina della Soprintendenza e per lo spostamento nel centro storico di uffici comunali"

Sono iniziati i lavori di messa in sicurezza delle facciate prospicienti Corso Umberto e via Genova e di efficientamento energetico dell’immobile comunale che fino a pochi giorni fa ospitava il Museo Civico di Mondragone.

“Appena ultimati i lavori – dichiara il sindaco Virgilio Pacifico – lo stabile sarà reso disponibile sia quale nuova sede cittadina della Soprintendenza di Caserta e sia per lo spostamento nel centro storico di uffici comunali. Questa nuova dislocazione degli uffici i via Genova, segue quella già effettuata per Palazzo Tarcagnota e, a breve, sarà seguita da trasferimenti di ulteriori uffici nel Palazzo Manna in piazza Umberto I°. Lo spostamento degli uffici in centro città era un impegno preciso assunto in campagna elettorale ed oggi questo impegno viene mantenuto. La volontà di trasferire nel centro storico attività comunali ha il preciso obiettivo di rivitalizzare una parte importante del nostro territorio che con il tempo ha visto chiudere molte attività commerciali ed ha visto diminuire anche la presenza di residenti”.

L’importo dei lavori a base di gara ammontano ad oltre 90.000 euro e prevedono il risanamento del calcestruzzo ammalorato ed il ripristino dell’intonaco delle due facciate che danno sulle pubbliche strade, la sostituzione dei vecchi infissi esterni con altri a taglio termico e il posizionamento, al piano terra dello stabile, di pannelli in metallo contenenti materiale isolante. “Dall’approvazione del progetto esecutivo – dichiara l’assessore Giuseppe Piazza – sono trascorsi appena pochi mesi per l’aperura del cantiere; i tempi sarebbero stati ancora più brevi ma l’amministrazione comunale ha preferito trasferire prima il Museo Civico in altra sede e poi iniziare i lavori di ristrutturazione al fine dinon creare interferenza con il trasloco dei reperti archeologici. Questa iniziativa è un altro intervento volto al recupero degli immobili comunali e cammina in parallelo con i continui e costanti interventi che effettuiamo nelle scuole pubbliche di competenza comunale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento