menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Grazzanise Enrico Petrella

Il sindaco di Grazzanise Enrico Petrella

Petrella porta avanti 2 progetti avviati dall'amministrazione Gravante

Avviate le procedure di gara. Lunedì si torna in Consiglio dopo la lettera di 'Orizzonti futuri' al prefetto

Due delibere dell’Area Tecnica del Comune di Grazzanise firmate dal dirigente Malena fanno vedere la luce a due progetti ai quali l’amministrazione di Vito Gravante aveva lavorato e ottenuto finanziamenti, salvo poi essere bloccati a causa della sfiducia sottoscritta da un notaio anche dall’attuale sindaco del comune di Grazzanise e da alcuni componenti della sua maggioranza, tra i quali l’assessore Giuseppe Raiomondo, il consigliere Zampone, l’attuale vicesindaco Gabriella Parente (ex assessore dell’amministrazione Gravante) oltreché dagli ex consiglieri dell’ex gruppo consiliare Nuovi Orizzonti.

Con la determina numero 62 si è avviata la procedura di gara per la messa in sicurezza e ammodernamento degli assi viari di supporto al nucleo urbano di Grazzanise per 1.436.036,00 euro. La cronistoria dell’opera parte con la Delibera di Giunta numero 76 del 28 maggio 2018 fortemente voluta dall’allora sindaco Gravante che approvava il progetto per la riqualificazione messa in sicurezza ed ammodernamento degli assi viari di supporto al nucleo urbano di Grazzanise. Il 6 marzo 2019 il Comune con Delibera di Giunta provvedeva ad approvare il progetto rimodulato secondo le richieste della Regione Campania.

Con la determina numero 63 dell’Area Tecnica del Comune di Grazzanise, invece, si è avviata la procedura di gara per il potenziamento e ammodernamento della rete idrica delle frazioni di Brezza e Borgo Appio progetto finanziato per un importo di 2752440,41 euro. Già nel 2014 il Comune di Grazzanise veniva ammesso al finanziamento per il progetto candidato dal Comune. Nell’ottobre 2018 la giunta, guidata dall’allora sindaco Gravante, rimodulava il progetto al nuovo tariffario “imposto dalla Regione” ed avviava la procedura di gara inviando tutti gli atti alla Stazione appaltante SUA 3. Gravante seguì personalmente la procedura rispondendo alle osservazioni che la stazione appaltante avanzava, informandosi, ritenendo importantissima per i cittadini di Brezza e Borgo Appio, sulle tempistiche per l’espletamento della gara. Progetti accantonati  o non presi in considerazione dalla gestione commissariale dovuta alla caduta dell’amministrazione Gravante, e che oggi con anni di ritardo potrebbero vedere luce con l’amministrazione Petrella raccogliendo i frutti del suo predecessore Vito Gravante che sembra pronto a riscendere nell’agone politico.

Intanto per lunedi 22 febbraio è convocato il Consiglio Comunale che potrebbe vedere scintille a riguardo dell’interrogazione posta dal gruppo consiliare Orizzonti Futuri riguardo l’assunzione, nello staff del sindaco, di una persona a lui vicina politicamente, definita da alcuni consiglieri di opposizione come una “marchetta politica”, secondo la lettera inoltrata anche al Prefetto di Caserta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Positivi a scuola, due plessi chiusi per la sanificazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento