Apre un ristorante ‘abusivo’, il Comune ordina la chiusura

Il proprietario ha realizzato lavori senza autorizzazione

Aveva avviato la sua attività di ristorazione realizzando una serie di manufatti abusivi senza autorizzazione. Per questo il Comune di Roccamonfina ha ordinato a G.F. la demolizione delle strutture prive di titoli e la chiusura dell’attività, aperta in locali concessi in locazione proprio dal Comune ma trasformati in ristorante “senza titolo autorizzativo”.

Dagli accertamenti sono emersi infatti una serie di lavori di ristrutturazione abusivi, tra i quali la ricostruzione di un locale di circa 95 mq precedentemente demolito, la realizzazione di un muro di recinzione in muratura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contro l’ordinanza è ammesso entro 60 giorni il ricorso al Tribunale amministrativo della Campania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Francesco Martucci è il miglior pizzaiolo d'Italia: al secondo posto l'altro casertano Franco Pepe

  • De Luca a 'Porta a Porta' lancia l'ultimatum: "Penultima ordinanza prima di chiudere tutto"

  • Tempesta nel casertano: abbattuti cartelloni pubblicitari ed alberi, volano anche pezzi di tetto | FOTO

  • Una casertana sbanca il programma di Gerry Scotti: vinti 55mila euro

  • “Avremo 5mila contagi in 4 settimane”, l'allarme di De Luca

  • Nel casertano si torna a morire e c'è un nuovo picco di contagi per Covid-19

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento