rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità Maddaloni

Lavoratori all'Interporto rischiano il posto di lavoro, scatta il presidio

La Cgil chiede al Prefetto di convocare un incontro urgente: "Si rischia un vero e proprio dramma sociale"

Dall'alba di questa mattina Cgil di Caserta, Fiom Caserta, Filt Caserta e Fillea Cgil Caserta sono in presidio con i lavoratori allo scalo merci Maddaloni-Marcianise. Il 31 gennaio 2020 è in scadenza la proroga del contratto della Società Ferservice con Mercitalia Rail e a tal proposito i sindacati hanno inviato una lettera al prefetto Raffaele Ruberto chiedendo la convocazione di un incontro urgente tra tutte le parti interessate.

"Si ripropone, dunque, il dramma già denunciato a dicembre scorso: occorre tutelare il posto di lavoro per quanti attualmente impiegati alla Ferservice allo Scalo di Maddaloni-Marcianise, lavoratori impegnati nelle attivita di manutenzione delle locomotive elettriche per conto di Mercitalia Rail - sottolinea la Cgil - Si rischia un vero e proprio dramma sociale. Abbiamo chiesto un incontro di tutte le parti interessate, in particolare la Committenza Mercitalia Rail e alle istituzioni locali e regionali, nonché al prefetto di Caserta, per conoscere al più presto quali azioni si intendono mettere in atto per assicurare il futuro lavorativo ed economico ai lavoratori interessati".

Il gruppo Mercitalia Rail (Polo Mercitalia – Gruppo FS Italiane) in una nota precisa che "di aver dato la disponibilità a prorogare il contratto per la manutenzione dei carri anche oltre il 31 gennaio 2020 (contratto già prorogato nel novembre del 2019). Tale disponibilità non ha trovato riscontro da Ferservice che ha deciso di non proseguire la collaborazione con Mercitalia Rail”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori all'Interporto rischiano il posto di lavoro, scatta il presidio

CasertaNews è in caricamento