rotate-mobile
Attualità San Felice a Cancello

Laghetto dei veleni nell'ex cava: un progetto per la bonifica, ma servono fondi

L’associazione 'MoSSCA' è tornata in audizione con i rappresentanti dell’amministrazione comunale targata Giovanni Ferrara

Dopo l’audizione in Regione sulla questione inquinamento ambientale da polveri sottili, l’associazione MoSSCA è tornata in audizione con i rappresentanti dell’amministrazione comunale di San Felice a Cancello sulla tematica delle cave dismesse e della loro bonifica, affrontata globalmente, compreso il “laghetto dei veleni” nella ex cava Giglio.

Su forte spinta del presidente della commissione Ambiente della Regione, Gennaro Oliviero, sono state stabilite nuove progettualità per risolvere la questione cave a San Felice a Cancello. La Direzione Generale per l’Ambiente e la Difesa del Territorio, invitata alla stessa audizione e sollecitata dallo stesso Oliviero, ha manifestato la disponibilità di cospicui fondi per una nuova progettualità che tenga presente la reale e attuale situazione territoriale.

"Si superano finalmente le ormai vetuste operazioni di intervento che non hanno portato a soluzioni definitive - sottolinea l'associazione MoSSCA - Ora è compito e dovere all’amministrazione seguire la strada spianata e mettere in piedi gli atti amministrativi necessari per percorrerla così come suggerito ed invitato dal presidente Oliviero".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laghetto dei veleni nell'ex cava: un progetto per la bonifica, ma servono fondi

CasertaNews è in caricamento