rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Attualità

Riflettori accesi sulle strade, doppia interrogazione di Napoletano

Il consigliere di Fratelli d'Italia chiede lumi sulla voragine di San Leucio e gli avvallamenti dopo i lavori

Fari puntati sulle strade di Caserta, tra avvallamenti per lavori non effettuati a "regola d'arte" e voragini come quella di piazza della Seta a San Leucio ormai aperta da mesi.

E' questo l'oggetto della doppia interrogazione del consigliere di Fratelli d'Italia Pasquale Napoletano che chiede lumi al sindaco ed all'assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Marzo. Per quanto riguarda la voragine di piazza della Seta il crollo si è verificato lo scorso 12 maggio ed è stato transennato dal Comune solo il 17 giugno "ad oltre un mese di distanza". Con l'area transennata la storica fontana, proprio lì accanto, è spenta ed al suo interno "fluisce e ristagna acqua putrida con formazione di una palude ricolma di rifiuti di ogni genere". Uno stato dell'arte che rappresenta "l'abbandono nel totale disprezzo della storia della Real Colonia, un dì realtà di utopia", scrive Napoletano. 

La seconda interrogazione riguarda, invece, la formazione di avvallamenti in via Tescione, via Tenga e Parco Primavera a Tuoro - strade oggetto di lavori di rifacimento del collettore fognario. E proprio dopo i lavori, come segnalato dai residenti, "sono evidenti gli avvallamenti e gli sprofondamenti del manto stradale". Per entrambi le criticità la richiesta è quella di un intervento dell'amministrazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riflettori accesi sulle strade, doppia interrogazione di Napoletano

CasertaNews è in caricamento