rotate-mobile
Attualità Maddaloni

Interrogazioni escluse dal consiglio comunale, il consigliere scrive al prefetto

Angelo Tenneriello: "Violati lo statuto e il regolamento"

Il consigliere comunale Angelo Tenneriello, ha protocollato in Comune tre interrogazioni a risposta orale, ma non sono state inserite nell’ordine del giorno del consiglio comunale convocato per giovedì 30 gennaio.

Scoppia la “bagarre amministrativa” a Maddaloni e il capogruppo di “Maddaloni Positiva” ha provveduto a scrivere al prefetto di Caserta, Raffaele Ruberto, chiedendo un suo intervento “affinché sia ripristinato il rispetto di quanto previsto dallo statuto e dal regolamento comunale”.

Infatti l’articolo 61 del regolamento per la convocazione, le adunanze ed il funzionamento del consiglio comunale e delle commissioni consiliari di Maddaloni parla chiaro: “Ove non venga chiesta la risposta scritta, il sindaco risponde nella prima seduta utile di consiglio comunale, sempre che questa non sia convocata entro 10 giorni dalla data dell’interrogazione, se ciò genera difficoltà ad approfondire gli argomenti su cui rispondere”.

“La data di protocollo delle interrogazioni è ampiamente antecedente ai 10 giorni previsti dall’articolo 61 del regolamento comunale”, ha precisato Tenneriello. Le tre interrogazioni 'escluse' riguardano gli equilibri di bilancio al 30 settembre 2019, il piano di indagini integrative del sito ex cava Monti e la raccolta rifiuti in città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interrogazioni escluse dal consiglio comunale, il consigliere scrive al prefetto

CasertaNews è in caricamento