rotate-mobile
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Si insedia il consiglio dell'ordine degli avvocati

La cerimonia alla fondazione Fest

Si insedia il consiglio dell'Ordine degli avvocati del foro di Santa Maria Capua Vetere.

La cerimonia si è svolta alla presenza del Presidente della Corte di Appello di Napoli Forgillo, del Procuratore della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere Carmine Renzulli, del Presidente del Tribunale Maria Gabriella Casella, del Presidente Terza sezione civile Quaranta, del Presidente dell'Ordine Commercialisti Raucci, del Presidente dell'Ordine Avvocati di Napoli Troianiello, del Vice Presidente dell'ordine di Napoli Foreste, del Presidente Ordine Avvocati di Avellino Benigni, del Vice Presidente Ordine Avvocati Avellino Fabiano, del Presidente Ordine Avvocati di Napoli Nord Lauro, del Presidente Ordine Avvocati di Benevento Pavone, del Presidente Camera di Commercio Caserta Tommaso De Simone, del Preside della Facoltà di Giurisprudenza Picaro, del Preside Scienze Politiche D’Ippolito, del Consigliere del Consiglio Nazionale Forense Cancellario, della delegata Cassa Nazionale Forense Manna, del delegato Cassa Nazionale Cassa Forense Iacomino, dei Delegati Organismo Congressuale Forense Pannone e Famiglietti, del già Presidente Ordine Smcv Ugo Verrillo, del Delegato della Provincia di Caserta e Sindaco di Casapesenna De Rosa, del Consigliere Regionale Piscitelli, del Delegato Camera Penale Viggiano, del Sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra, del Sindaco Caserta Carlo Marino.  

La cerimonia ha formalizzato in maniera solenne la nascita del nuovo consiglio guidato dalla Presidente Angela Del Vecchio, prima presidente donna nella storia dell’ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere. Numerosi attestati di stima e di impegno per una proficua collaborazione sono pervenuti da ciascuna delle autorità. In particolare si è auspicato in senso complessivo e generale un nuovo cammino dell’avvocatura sammaritana all’insegna della lealtà e dell’unità di interessi e obiettivi. Particolarmente sentito l’augurio reso dagli avvocati Irace e Zaza d’Aulisio a tutti gli eletti. In particolare il Presidente della Corte di Appello di Napoli Forgillo, per la prima volta intervenuto presso la fondazione Fest, e per la prima volta presente alla cerimonia di insediamento del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere, ha ricordato di aver mosso i primi passi nel mondo della giustizia come praticante avvocato del Foro sammaritano, prima di entrare in magistratura, e pertanto, consapevole dell’elevato ruolo del difensore, ha auspicato un rapporto sempre più collaborativo tra avvocatura e magistratura.

Parimenti, per la prima volta la Presidente del Tribunale Casella intervenuta in occasione dell’insediamento del Consiglio dell’ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere raccogliendo l’invito rivoltole dalla presidente Del Vecchio ad una proficua collaborazione istituzionale, ha augurato a tutto il nuovo consiglio un buon lavoro, assicurando collaborazione e apertura alle esigenze della classe forense nell’ottica del comune obiettivo della giustizia.

Le parole del Presidente Angela Del Vecchio: “Molte volte sono intervenuta in quest’aula, da consigliere dell’Ordine, da relatrice ai convegni, o da semplice iscritta, eppure ogni volta ho provato un sentimento di emozione e di profondo rispetto per la funzione e lo scopo che questo luogo e questa scuola rappresentano. Vale ancor di più oggi, che mi rivolgo a Voi quale Presidente del Consiglio dell’Ordine. A tal proposito ringrazio e saluto la Presidente della Scuola Forense Patrizia Manna. Sono certa che svolgerà il ruolo di delegata alla “Cassa Nazionale della Previdenza ed Assistenza Forense”, con lo stesso impegno, con la stessa determinazione e con lo stesso amore per il Foro che l’ha scelta come sua rappresentante. Esprimo la mia più profonda gratitudine nei confronti di chi si è impegnato nel corso della precedente consiliatura e che oggi non fa più parte del consiglio e a questi dico “sarete insieme a noi al nostro fianco”. Con l’occasione, saluto l'avvocato Rosaria Zema, l'avvocato Emila Borgia, oggi componente del Consiglio Distrettuale di Disciplina e l'avvocato Pasquale Romano nei confronti dei quali nutro rispetto e significativo apprezzamento per quanto fatto e per quanto ancora da fare per l’avvocatura sammaritana. Desidero rivolgere, infine, il mio più sentito ringraziamento al Presidente Ugo Verrillo ed esprimergli la più viva gratitudine per la dedizione, la disponibilità e l’equilibrio che hanno contraddistinto la sua presidenza. È con la stessa passione e disponibilità che affronterò questo quadriennio, accompagnata da una meravigliosa squadra che mi ha sempre supportato e che si è arricchita nel corso degli anni di notevoli e pregevoli professionalità, che saranno una vera e propria risorsa per tutti colleghi. Ragione per la quale sono davvero orgogliosa di avere all’interno del Consiglio tutti i colleghi candidati con il gruppo “Dignità Forense”. Ringrazio altresì i colleghi del gruppo di minoranza “Avvocatura libera ed indipendente”, auspicando un loro contributo propositivo nell’esclusivo interesse della classe forense. Vi presento il mio esecutivo, costituito da colleghi di elevata capacità amministrativa e di notevole disponibilità. Vice Presidente: Antonio Mirra tra i fondatori del gruppo “Dignità Forense”, già consigliere dell’Ordine, già Presidente della Fondazione, attualmente direttore scientifico della Scuola di Formazione Forense, persona di comprovato equilibrio politico; Consigliere Segretario Paolo Falco già consigliere dell’Ordine con delega ai rapporti con il settore penale, dotato di un profondo senso del dovere e di entusiasmo propositivo; Consigliere Tesoriere: Laura Catalioti, già consigliere dell’Ordine con delega alla segreteria, già componente del Consiglio di amministrazione della Fondazione, di spiccata capacità gestionale. Affianco a questi e con enorme piacere vi presento gli avvocati: Bruno Amirante; Gianmarco Carozza; Maria Conforti; Marisa De Quattro; Crescenzo di Tommaso; Tiziana Ferrara; Marco Gentile; Loredana Palumbo; Claudio Petrella; Antonio Spallieri; Francesco Buco; Luciana Teresa Basilica; Fiorentina Orefice; Patrizia Barbato; Maria Celeste Cafaro; Pietro Piccirillo; Maria Orlando. Aggiungo che presto affiderò ai Consiglieri deleghe di rilevante importanza per la gestione dell’attività ordinistica ordinaria e straordinaria per rafforzare ancor di più quella unità che ha sempre contraddistinto il nostro programma politico. A tal proposito, segnalo la delega alla Segreteria già deliberata ed affidata al Consigliere Marco Gentile, che proseguirà nel solco dell’esperienza maturata nel corso dell’ultimo anno. Ringrazio anche le nostre validissime impiegate del Consiglio dell’Ordine per la loro affidabilità e la loro pazienza. Infine, sento il dovere di ringraziare chi ha reso possibile tutto questo. Gli amori della mia vita: mio marito Danilo, e mio figlio Vincenzo che hanno sopportato e condiviso il peso delle mie scelte. Pur nella consapevolezza della responsabilità istituzionale vivo questo ruolo con immensa gioia ed onore, con spirito di servizio e forte senso di appartenenza che hanno sempre caratterizzato il mio impegno nell’interesse della classe forense. Essere la prima donna Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati del Foro di S. Maria C.V. significa aver rotto l’argine, superato il muro ed affacciarsi al futuro con un ottica diversa. Un cambio di marcia storico, laddove pur ritenendo che il ruolo prescinde dal genere si arricchisce di una sensibilità che mi porta a condividere le difficoltà di tante colleghe, donne, madri e mogli che quotidianamente esercitano e non rinunciano al diritto di affermarsi professionalmente con sacrifici personali” “Sono certa che l’interlocuzione con la Presidenza del Tribunale, nello spirito di collaborazione e condivisione, sarà foriera di risultati concreti ed utili a tutti gli operatori del diritto. E’ nei momenti di grande difficoltà, come quelli di profondo cambiamento, che c’è bisogno di coesione e di confronto e di lavorare tutti nella stessa direzione. Sarà il Consiglio dell’unità, dell’ascolto e del dialogo. Questo sarà il Consiglio delle soluzioni. Concludo dedicando il mio quadriennio a coloro i quali l’hanno voluto e a coloro i quali, pur opponendosi, capiranno quanto di buono c’è e ci sarà nell’operato di questa Presidenza ed di questo Consiglio. Buon lavoro a tutti voi e grazie. Viva l’avvocatura ! Viva l’Avvocatura Sammaritana!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si insedia il consiglio dell'ordine degli avvocati

CasertaNews è in caricamento