Il colosso Vodafone trascina il Comune in tribunale per le bollette non pagate

La società ha ottenuto un decreto ingiuntivo ma l’Ente ha presentato ricorso

È scontro sulle bollette tra il Comune di Caserta e la Vodafone. La nota società di telefonia ha infatti ottenuto dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere un decreto ingiuntivo nei confronti dell’Ente per una somma di 18.309 euro, dovuta al colosso della telefonia per delle fatture non pagate (anni 2015/2016/2017) legate ad un servizio fornito in conseguenza di un contratto tra le parti.

Il Comune ha però conferito incarico legale all’avvocato Lidia Gallo per opporsi al decreto ingiuntivo. Secondo Palazzo Castropignano infatti “le fatture poste a base dell’intimazione risultavano riferite ad utenze dismesse dall’Ente e, tra l’altro, rifiutate sul sistema di interscambio (SDI)”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento