Sabato, 24 Luglio 2021
Attualità

Buche e tombini ‘inguaiano’ il Comune: altre 2 cause in tribunale

Due automobilisti chiedono di essere risarciti per i danni subiti in seguito ad un incidente

Via Forche Caudine a Maddaloni

Buche stradali e tombini chiamano ancora una volta in causa il Comune di Maddaloni costretto a rispondere ad altre due richieste di risarcimento danni presentate da altrettanti automobilisti.

Due nuovi atti di citazione innanzi al giudice di pace sono stati notificati all''Ente guidato dal sindaco Andrea De Filippo. Un uomo, infatti, ha chiesto di essere risarcito per un incidente avvenuto il 31 maggio del 2017 nei pressi del passaggio a livello, mentre era a bordo della propria autovettura (una Mercedes classe B). Un sinistro causato, a detta dell'automobilista, da un avvallamento presente sul manto stradale a causa di un tombino non ben assestato.

L'altro atto di citazione, invece, riguarda un sinistro avvenuto il 7 aprile del 2018 in via Forche Caudine, nei pressi dell'incrocio con via Cimitero, quando un uomo a bordo di una Bmw è finito rovinosamente in una buca "non senalata nè visibile".

La giunta comunale di Maddaloni, su proposta del responsabile agli Affari legali Ascanio Santangelo, ha autorizzato l'Ente a costituirsi nei due giudizi in tribunale, dando mandato all'Ufficio Legale di predisporre tutti gli atti necessari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buche e tombini ‘inguaiano’ il Comune: altre 2 cause in tribunale

CasertaNews è in caricamento