menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'inaugurazione alla presenza del sindaco Mirra

L'inaugurazione alla presenza del sindaco Mirra

Un ambulatorio per i giovani che cadono nel "buio" delle dipendenze

Inaugurato nel rione Iacp il centro diurno voluto da Asl e Comune

“Questo taglio del nastro rappresenta un momento particolarmente significativo per la nostra comunità cittadina che oggi vede la concretizzazione di un progetto dalla straordinaria valenza sociale”. Così il sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra ha introdotto i lavori volti all’inaugurazione del centro diurno contro le dipendenze giovanili che si è tenuta presso il plesso scolastico di via Giotto nel rione IACP, realizzato dall’Asl Caserta nella struttura concessa in comodato d’uso dall’Ente municipale.

Inaugurazione Centro Diurno 2-2

L’inaugurazione, alla quale hanno partecipato il direttore generale dell’Asl Ferdinando Russo, il vescovo Salvatore Visco e il consigliere regionale Luigi Bosco, dà seguito ai lavori avviati nel luglio 2018 con il via libera da parte della Giunta guidata dal sindaco Antonio Mirra, su proposta dell’assessore al Patrimonio Claudia Imparato e dell’assessore ai Servizi Sociali Rosida Baia, per l’istituzione di tale centro quale naturale sviluppo del protocollo di intesa stipulato, pochi mesi prima, tra l’Asl di Caserta e il Comune di Santa Maria Capua Vetere.

L’ambulatorio, realizzato a spese della stessa Asl in un immobile del Comune, rappresenterà un vero e proprio spazio di accoglienza dedicato alle complessità delle nuove dipendenze al di fuori dei tradizionali spazi di cura.

“La nostra attenzione – ha spiegato il sindaco Mirra – per la fasce a rischio e in particolare quelle giovanili con le rispettive famiglie è stata e sempre sarà altissima; la nostra amministrazione ha immediatamente accolto con estremo entusiasmo questo progetto mettendo a disposizione dell’Asl tutti gli strumenti utili per far sì che si realizzasse quanto prima. Rispetto alle esigenze di una comunità le istituzioni si devono far trovare sempre pronte e questo, come ogni altro obiettivo significativo, è possibile solo grazie alla sinergia e al dialogo tra le istituzioni; solo in questo modo gli Enti riescono a garantire orizzonti luminosi a quei giovani che cadono nel buio delle dipendenze e il centro inaugurato oggi rappresenta un’opportunità per guardare al futuro con estrema positività”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento