Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità Sessa Aurunca

Il candidato sindaco 'getta ombre' sul progetto dell'impianto di compostaggio

Di Iorio ha chiesto al commissario Cantadori di rimandare ogni decisione al futuro primo cittadino

Scoppia la 'bufera' sull'impianto di produzione di compost da realizzare sulla Strada Provinciale 283, in un'area tra Carano e Piedimonte di Sessa Aurunca, nella zona industriale Asi. Ad accendere la miccia è Lorenzo Di Iorio, uno dei candidati a sindaco alle prossime elezioni comunali, dopo che il 4 agosto è stata presentata, in Regione Campania, la richiesta di verifica di assoggettabilità a Via del progetto per la realizzazione dell'impianto.

"Nonostante nello studio preliminare ambientale ci sia un parere favorevole da parte della Regione - spiega Di Iorio - la cosa mi rende estremamente preoccupato dei probabili impatti ambientali, sanitari e di vivibilità che possono scaturire proprio da detto impianto! Infatti la presenza di attività produttive e di elementi sensibili, di natura antropica ed agricola, non si adattano alla coesistenza con un impianto di compostaggio che, per sua natura, prevede la formazione di “montagne” di rifiuti organici che, per il trattamento aerobico, emaneranno “cattivi odori” oltre ad immettere nell’aria composti organici volatili come idrogeno solforato ed ammoniaca; per di più, la stessa massiccia emissione di anidride carbonica, dovuta al trattamento del compost, potrebbe modificare il microclima della zona, interessata, tra l’altro, da numerose coltivazioni".

Per questo motivo Di Iorio ha chiesto al commissario straordinario del Comune di Sessa Aurunca, Andrea Cantadori, di "rimandare ogni decisione in merito alla futura rappresentanza politica, espressione del popolo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il candidato sindaco 'getta ombre' sul progetto dell'impianto di compostaggio

CasertaNews è in caricamento