Sabato, 24 Luglio 2021
Attualità

Housing sociale, che pasticcio: esposto del sindaco in Procura

Il primo cittadino vuole vederci chiaro: che caos tra costruttore e responsabile dell’Ente

Il sindaco di Sant'Arpino, Giuseppe Dell'Aversana

La querelle 'housing sociale' a Sant'Arpino rischia di finire a carte bollate. Il sindaco Giuseppe Dell'Aversana ha infatti deciso di presentare un esposto alla Procura della Repubblica per fare luce su quanto è accaduto negli ultimi mesi.

Andiamo per ordine: il costruttore incaricato alla realizzazione degli immobili ad un certo punto chiede al Comune di Sant'Arpino di modificare il progetto (che aveva già avuto un permesso a costruire) e cioè modificare la struttura di 3 appartamenti per realizzare quattro nuove unità immobiliari. Secondo il costruttore e il dirigente del Comune questo sarebbe stato "vantaggioso per l'Ente".

Solo che poi successivamente lo stesso responsabile del Comune è stato costretto a fare un passo indietro annullando la determina in autotela, soprattutto dopo le osservazioni presentato da un avvocato, Luca Tozzi, incaricato proprio dal Comune per fare chiarezza su quanto stava accadendo.

In poche parole un pasticcio senza fine che ha costretto il sindaco Giuseppe Dell'Aversana a passare tutta la documentazione alla Procura della Repubblica, anche per verificare eventuali responsabilità nel procedimento.

Sarà adesso la Procura ad indagare per poi arrivare ad una conclusione di avvio indagine oppure a far chiudere la vicenda in quella che viene solitamente definita 'bolla di sapone'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Housing sociale, che pasticcio: esposto del sindaco in Procura

CasertaNews è in caricamento