rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Un tir carico di coperte e medicinali diretto in Ucraina

La donazione del Comune di Caserta. L'associazione "Calcagno" avvia raccolta fondi per i bambini malati di cancro

Il gruppo comunale dei volontari di Protezione Civile della città di Caserta - su disposizione dell'assessore al ramo Massimiliano Marzo e del sindaco Carlo Marino - ha scaricato oltre 20 pacchi contenenti coperte, vestiti, generi alimentari e medicinali presso il deposito dell'associazione Celebration Italia. Quest'ultima, grazie ad un tir che partirà domattina dal comune di Cercola, invierà i beni di prima necessità al popolo ucraino attraverso il canale umanitario della Polonia.

"A Caserta continua la maratona del cuore per aiutare i fratelli ucraini dilaniati dalla guerra provocata dall'invasione russa - afferma il coordinatore del gruppo comunale di Protezione Civile, Francesco Brancaccio - I medicinali sono stati donati dal consigliere comunale Roberto Peluso che ringrazio per il grande gesto di solidarietà, mentre gli altri beni primari sono frutto delle numerose donazioni che ci stanno arrivando da parte dei cittadini casertani che stanno dando una prova di grande umanità".

La raccolta fondi per "Soleterre"

La macchina della solidarietà casertana vede impegnati non solo i comuni. Anche le associazioni stanno facendo la loro parte. Tra le iniziative si segnala quella dell'associazione "Antonio Calcagno" di Santa Maria a Vico che si è attivata con una raccolta fondi per la fondazione "Soleterre" che da 20 anni lavora per garantire forniture mediche, strumentazione chirurgica, farmaci nei reparti dell’ Istituto del Cancro e dell’ Istituto di Neurochirurgia di Kiev. Ospita gratuitamente nella Casa di Accoglienza , “La Dacha del Sorriso”, i bambini che devono affrontare lunghe terapie in regime di day-hospital e le loro famiglie, fornendo loro supporto psico-sociale e riabilitazione fisica durante le cure. "Bisogna donare - dicono i volontari del sodalizio che è presieduto da Agostino Morgillo – perché ogni bambino malato deve poter diventare grande, sconfiggendo il cancro e la guerra".  

L'iniziativa

Intanto a Santa Maria a Vico si è svolta una manifestazione contro la guerra per rivendicare il Diritto alla Pace. "La nostra cittadina si unisce al grido del mondo contro la guerra e condanna con forza l’aggressione militare della Russia nei confronti dell’Ucraina – commenta il Sindaco Pirozzi – Tutti dovrebbero invece avere il diritto di vivere secondo le fondamentali regole democratiche, che siano donne o uomini. Quest’oggi reclamiamo il nostro diritto di essere cittadini liberi". 

"Siamo vicini alla popolazione ucraina e abbiamo voluto celebrare oggi la forza delle donne ucraine e il diritto di tutti i popoli alla Pace – ha poi aggiunto l’Assessore Veronica Biondo - La nostra struttura dei servizi sociali è già funzionante e pronta a continuare ad accogliere ed aiutare tutti i cittadini ucraini che arriveranno nella nostra cittadina". All'iniziativa sono intervenute diverse associazioni, l’I.S.I.S.S. Ettore Majorana-Bachelet i ragazzi del Servizio Civile, i volontari della Protezione Civile, la Polizia Municipale, la stazione locale dei Carabinieri e tutti i cittadini che hanno partecipato, dimostrando insieme l’importanza di lottare per i nostri diritti.

smav-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tir carico di coperte e medicinali diretto in Ucraina

CasertaNews è in caricamento