rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità Aversa

Graffi a bambino, la lettera delle mamme: "Nostra scuola è inclusiva"

I genitori non credono alla denuncia di maltrattamenti: "Siamo mortificati per questa denuncia"

Le mamme dei bambini del Terzo Circolo Didattico di Aversa, dove si sarebbero verificati episodi di maltrattamento ai danni di un bambino autistico, prendono le parti della scuola ed esprimono "disappunto e sgomento di fronte alla notizia e all’accanimento mediatico che, in questi giorni, ha tentato di discreditare l’immagine della scuola e la fiducia dell’opinione pubblica rispetto al suo operato".

Secondo quanto i genitori scrivono i una lettera i loro figli "frequentano volentieri" l'istituto scolastico. "Ogni giorno è per loro un motivo di interesse e di partecipazione serena alle attività di classe - si legge nella missiva - Il loro amico Francesco è stato accolto con grande affetto e con una particolare attenzione alle sue difficoltà, che per i piccoli non sono state mai assolutamente un problema. Hanno fatto a gara ogni giorno per tenerlo per mano all’uscita dalle lezioni, hanno organizzato per lui il 16 gennaio del 2021 una festa di compleanno indimenticabile, con un album di disegni dedicati e frasi di auguri sicere ed amorevoli, che gli hanno donato tutti insieme, come è testimoniato dai video e dai messaggi di ringraziamento inviati proprio dalla madre a noi genitori".

I genitori non credono alla denuncia di bullismo e maltrattamenti. "Insieme alle maestre si è svolto un percorso di inserimento e di inclusione che ha visto la partecipazione di tutti.  Noi genitori abbiamo un rapporto sereno che ci consente di affiancare la scuola nelle attività didattiche, attraverso il rispetto del patto formativo nel principio della collaborazione. Il rapporto con le insegnanti, con il personale scolastico e con la dirigente è stato sempre ottimo, e giammai si sono definiti conflitti che ne hanno potuto minare la fiducia e la tranquillità"

Il Terzo Circolo è noto "come la scuola del territorio dove la diversità è il punto di forza da cui si parte per un lavoro di squadra che vede coinvolto il personale scolastico, le insegnanti, la dirigente e noi famiglie. E’ un istituto che lavora potenziando il senso di appartenenza, le caratteristiche del borgo di Aversa e le sue peculiarità attivando progetti, intese, partenariati che promuovono iniziative rivolte al benessere degli alunni, soprattutto  di quelli più fragili. Ci sentiamo mortificate e come mamme della classe vogliamo esprimere tutto il nostro dissenso a quanto accaduto, certe che si tratti di una difficoltà che nulla ha a che fare con la scuola e vogliamo esprimere la nostra solidarietà e la nostra volontà ad essere testimoni della solidità, attendibilità e onestà della comunità scolastica che accoglie i nostri figli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Graffi a bambino, la lettera delle mamme: "Nostra scuola è inclusiva"

CasertaNews è in caricamento