rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Attualità Mondragone

Caos sul bando per il censimento, la commissione fa saltare i colloqui

La graduatoria finale approvata senza il colloquio motivazionale

E’ già diventato un caso il bando per la costituzione di una graduatoria per la partecipazione al censimento della popolazione, indetto dal Comune di Mondragone. La commissione per l’esame delle domande di partecipazione ha infatti deciso, visto l’ingente numero di istanze pervenute e l’urgenza di provvedere all’affidamento degli incarichi (la scadenza fissata dall’Istat è il 20 luglio), di non procedere al colloquio motivazionale previsto dal bando stesso.

Il Comune ha infatti ricevuto ben 103 domande, di cui 10 eliminate perché incomplete o errate. In virtù della grande risposta della cittadinanza, la commissione (composta dal segretario generale Antonia Elia, dal capo Area 1 Antonella Picano e dal responsabile ufficio comunale di censimento Annarita Balestrieri) ha deciso all’unanimità di non procedere al colloquio “perché lo stesso non aggiungerebbe a quanto già dimostrato dai candidati con i propri titoli, oltre al fatto che non si riuscirebbe ad effettuarlo nei tempi previsti”.

Una scelta che potrebbe aprire le porte a possibili ricorsi e denunce da parte di chi si è visto scavalcare nella graduatoria per i titoli e ‘puntava’ al colloquio motivazionale per risalire la classifica.  

LA GRADUATORIA PER IL CENSIMENTO DELLA POPOLAZIONE

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos sul bando per il censimento, la commissione fa saltare i colloqui

CasertaNews è in caricamento