Sabato, 16 Ottobre 2021
Attualità Lusciano

Revocate deleghe ad assessori e consiglieri. "Troppi dissapori, il sindaco abbia coraggio"

L'appello del gruppo di opposizione: "Crisi politica che non ci sorprende, da mesi ci sono malumori nella maggioranza"

“Ultimamente nella maggioranza consiliare si è venuta a creaere una situazione che richiede una verifica politica ed una riconsiderazione complessiva degli aspetti di governo, finalizzata ad un significativo e concreto rilancio dell’azione amministrativa, necessaria per il raggiungimento degli obiettivi prefissati entro la fine del mandato”. Così il sindaco di Lusciano, Nicola Esposito, commenta il decreto (datato 17 settembre 2021) che di fatto azzera la giunta comunale con la revoca di tutti gli assessori comunali e della vicesindaco. Non fanno più parte dell’esecutivo quindi la numero due Maria Consiglia Conte e gli assessori Renato Mottola, Benito Mottola, Marco Valentino e Luisa Mottola. Revocate anche tutte le deleghe “al fine di avere un periodo di tempo per procedere con maggiore serenità - dice il sindaco - alla cernita di una nuova composizione dell’organo esecutivo comunale e delle varie deleghe da attribuire agli assessori e ai consiglieri comunali”. 

Sull’argomento è intervenuto anche il gruppo di opposizione con i consiglieri Dominga Inviti, Enrica Rosa Granieri, Francesco Palmiero e Filippo Ciocio: “La crisi politica, scaturita dall’azzeramento della giunta e di tutte le deleghe ai consiglieri comunali nel comune di Lusciano, non ci ha colti di sorpresa. I dissapori e malcontenti, percepiti in più occasioni dentro e fuori la casa comunale, preavvisavano di una tempesta imminente. Sono molti mesi che la macchina amministrativa comunale è completamente inceppata ed a tratti ferma a causa dei dispetti e delle rotture politiche interne alla maggioranza. Auspichiamo che il sindaco Esposito abbia coraggio, che promuova una nuova giunta di qualità, senza usare la bilancia dei consensi elettorali, ma dando incarichi anche a personalità esterne di spessore, che possano lavorare e rilanciare una casa comunale attualmente priva di idee e dipendenti. Come gruppo “Lusciano che vorrei” saremo pronti a confrontarci sempre, in trasparenza, nel consiglio comunale, con chi si dimostrerà al fianco solo dei cittadini e per il territorio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Revocate deleghe ad assessori e consiglieri. "Troppi dissapori, il sindaco abbia coraggio"

CasertaNews è in caricamento