menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Giornata nazionale degli alberi con i bambini di Cellole

La Giornata nazionale degli alberi con i bambini di Cellole

Svolta green, il Comune ottiene 80 nuovi alberi da piantare

L'iniziativa in giornata con i bambini dell'Istituto Comprensivo "Serao-Fermi"

Nella Giornata nazionale degli alberi, nata per sensibilizzare la coscienza ecologica nelle nuove generazioni, l'Istituto Comprensivo "Serao-Fermi" e l'amministrazione comunale di Cellole, hanno lanciato un messaggio ottimistico di rispetto e tutela dell'ambiente, di miglioramento della vita e valorizzazione dei nostri patrimoni naturali.

La sindaca Cristina Compasso, molto sensibile al tema ambientale ha dichiarato: "Non solo la scuola festeggia la Giornata degli alberi, ma anche noi come Comune celebriamo questo evento essendo riusciti ad ottenere dalla Regione Campania ottanta alberi per ottanta bambini nati a Cellole dal 21 novembre dello scorso anno ad oggi. Simbolicamente ne pianteremo solo due, ma nelle prossime settimane saranno piantatati tutti gli altri. Nel nostro piccolo abbiamo festeggiato i nostri amici alberi con un'azione ecosostenibile di grande impatto ambientale e socioculturale: donando giovani alberi da frutto piantumati nei giardini delle scuole ed iniziando la piantumazione di alberi di leccio e cerro su tutto il territorio comunale. Lecci e cerri, sono le nostre piante autoctone, nate con noi e prima di noi, che accompagnano la nostra storia dalla notte dei tempi: sono la nostra identità ed abbiamo il dovere morale di difenderli così come loro, dall'alto della loro imponenza difendono il nostro territorio da sempre. Tuteliamo ed amiamo i nostri amici alberi, polmoni del pianeta che ci forniscono ossigeno e sono i veri alleati nella lotta ai cambiamenti climatici."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento