Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Giovani democratici in pressing: "Azzerare la giunta". Stoccate a Boccagna: "Esiste un solo Pd"

Il consigliere comunale finisce nel mirino: "Linea del partito è unica dal nazionale a Caserta. Ricorra in tribunale per chiedere il simbolo"

I Giovani Democratici di Caserta esprimono "profonda preoccupazione per la grave situazione politica in cui versa il Comune di Caserta. I fatti balzati all'onore delle cronache nelle ultime settimane richiedono una risposta chiara, decisa e soprattutto tempestiva da parte delle istituzioni e delle forze politiche locali". Lo si apprende da una nota dei GD.

"In linea con le posizioni espresse a livello nazionale dal Partito Democratico, ribadiamo la necessità di procedere con l'azzeramento della Giunta comunale di Caserta, da ricomporre individuando personalità di alto profilo ed estranee all'attuale assetto amministrativo, per garantire la Città e l'agibilità politica dell'esecutivo, nonché l'azzeramento di ogni rappresentanza e/o incarico esterno all'Ente riconducibile al Comune di Caserta. L'immediata esecuzione delle linee guida già tracciate a livello nazionale (si veda l'esempio della Giunta regionale pugliese) rappresenta un passo imprescindibile per ristabilire la fiducia dei cittadini nelle istituzioni e per garantire un'amministrazione il più possibile trasparente e al servizio della collettività", proseguono.

"Confermando la nostra piena fiducia nel lavoro degli inquirenti, al contempo intendiamo ribadire, come già stabilito dal Partito locale, che la risposta della comunità democratica casertana non possa che essere di natura politica, e che non debba lasciare spazio ad ambiguità di sorta. In questo senso, non possiamo che ringraziare il consigliere Matteo Donisi, per essersi fatto portavoce e interprete della volontà dei militanti e degli attivisti del Partito Democratico, e la Commissaria della Federazione di Caserta, Susanna Camusso, per l'impegno profuso in questi giorni nell'ascolto della base".

Poi la stoccata a Boccagna. "A chi, dai banchi del gruppo consiliare del Partito Democratico, ha affermato che esiste un PD dentro l'Amministrazione ed uno fuori, non possiamo che rispondere che il partito è uno solo, ed è quello degli iscritti e dei militanti. E che ha una sola linea politica, dal nazionale alle realtà territoriali, compresa quella di Caserta. Ma se si pensa, come siamo stati costretti ad ascoltare, di poterne rivendicare un'altra a nome di un partito dentro l'amministrazione, si ricorra anche in Tribunale per ottenere la disponibilità del simbolo. In caso contrario ci si attenga alla linea del Partito. A chi, invece, ha affermato che occorra garantire la continuità con l’attuale esperienza amministrativa, diciamo: no. Occorre un profondo ripensamento della Giunta. E, a seguire, un altrettanto profondo rinnovamento nella classe dirigente del Partito, giacché il fallimento di quella che ha espresso l’attuale compagine amministrativa è sotto gli occhi di tutti. L’unica “visione più ampia”, per citare, può essere quella rivolta al futuro della Città ed al rinnovamento della classe politica del capoluogo".

Infine i giovani democratici concludono: "Ci discostiamo apertamente da chi agisce con noncuranza nei confronti del bene comune. Rimaniamo pertanto disponibili al dialogo con tutte le forze politiche e sociali del territorio per individuare insieme le soluzioni migliori volte al superamento di questo momento di crisi con l'obiettivo di restituire alla comunità cittadina di Caserta la fiducia nelle istituzioni, prerequisito fondamentale per il corretto funzionamento di una qualsiasi istituzione democratica contemporanea", termina la nota. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani democratici in pressing: "Azzerare la giunta". Stoccate a Boccagna: "Esiste un solo Pd"
CasertaNews è in caricamento