menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gara milionaria sui rifiuti, il sì dell’Anticorruzione blocca l’affidamento

Il Comune attende il parere dell'Anac per ufficializzare l'appalto alla Senesi

Potrebbe essere la Senesi ad occuparsi, ancora una volta, del servizio di igiene urbana e di raccolta differenziata per il Comune di Mondragone. Il condizionale è d’obbligo perché sull’aggiudicazione dell’appalto affidato dall’Ente alla centrale di committenza Asmel pende la spada di Damocle del parere dell’Anac, l’Autorità Nazionale Anticorruzione guidata da Raffaele Cantone.

La Senesi era stata infatti colpita da interdittiva antimafia dalla Prefettura di Fermo (sospesa con ordinanza cautelare del Tar della Marche) il suo patron Rodolfo Briganti era stato anche arrestato nell’ambito di una inchiesta a Catania.

L’aggiudicazione alla Senesi, unica partecipante alla gara per l’appalto quinquennale da 13 milioni di euro, dovrà quindi essere “cristallizzata con apposito atto determinativo subordinato alla verifica del possesso dei requisiti di ordine generale e speciale autocertificati in sede di gara”.

In attesa del responso dell’Anac, il Comune ha affidato alla stessa Senesi una proroga di 3 mesi per non interrompere un servizio fondamentale per la salute pubblica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento