rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità Villa Literno

Il Comune in dissesto 'annulla' la gara per la mensa scolastica

Il servizio a rischio per la partenza del prossimo anno scolastico

La giunta comunale di Villa Literno, guidata dal sindaco Nicola Tamburrino, ha deciso di annullare in autotutela la procura di gara per l’affidamento del servizio di refezione scolastica dal 2018 al 2021 per le scuole dell’Infanzia e le Primarie del Comune.

E pensare che il Provveditorato Interregionale della Campania e Molise – Stazione Unica Appaltante (SUA) di Caserta aveva iniziato da poco l’espletamento della gara con la richiesta delle offerte entro i termini di scadenza. Ma dall’esecutivo fanno sapere che “il Comune versa in condizioni di dissesto finanziario e quindi nella impossibilità di garantire in sede di aggiudicazione del servizio le pattuizioni contrattuali da porre in essere per i pagamenti; a tutt’oggi risulta alquanto problematico e difficile assolvere i pagamenti del predetto servizio espletato in via provvisoria mediante affidamento diretto nelle more della suindicata procedura di gara”.

Infatti il Comune, pur avendo approvato in consiglio comunale l’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato, la stessa non ha ancora ottenuto l’approvazione da parte del Ministero dell’Interno e per questo motivo “l’Ente si trova in difficoltà ad assumere impegni di rilevante consistenza”. Per questo motivo niente gara e chissà la mensa se e come partirà nel prossimo anno scolastico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune in dissesto 'annulla' la gara per la mensa scolastica

CasertaNews è in caricamento