rotate-mobile
Attualità Aversa

"Golia sta galleggiando, la bocciatura della delibera in Consiglio è un segnale. Si dimetta ora altrimenti..."

Michele Galluccio e Augusto Bisceglia chiedono un "sussulto di dignità" al primo cittadino

“Ciò che è accaduto  pochi giorni fa nella nostra città ed il silenzio di chi ci governa, dimostra come oggi sia scomparsa l’etica politica”. Ne sono convinti i due ex consiglieri comunali Michele Galluccio ed Augusto Bisceglia, commentando la mancata approvazione della delibera presentata dall’assessore Marco Villano nel consiglio comunale di Aversa sull’area da consegnare all’Università-

“Dopo il consiglio comunale del 23 maggio è arrivata la conferma di un dato politico certo, quello della ‘’sopravvivenza‘’ ad ogni costo, mettendo da parte la dignità politica” affermano Galluccio e Bisceglia. “Dopo? il ? ribaltone del 2020, ? con cui il sindaco Golia cacciò dalla maggioranza chi era eletto con lui, arruolando invece chi era stato deputato a fare opposizione, l’attuale ‘non maggioranza’ di Golia riesce addirittura  a farsi bocciare le proposte del vice sindaco. Eppure il sindaco, impavidamente, cerca o meglio vuole far credere che nulla sia accaduto, quando invece in passato, per molto meno, gli stessi gridavano a scandali. Oggi invece, cosa è cambiato?”. Per i due ex amministratori “la città aspetta un sussulto di dignità perché è sotto gli occhi di tutti la lontananza tra essa e chi la governa”.

Sul fronte squisitamente ‘tecnico’ della delibera, aggiungono: “E’ l’ennesima dimostrazione che il sindaco prima promette  una cosa e poi fa tutt’altro. Non vi era alcuna alternativa alla concessione del terreno all Università? Una soluzione, con consumo di suolo zero, poteva essere individuata nel recupero di uno o più? immobili? comunali come il palazzo del fascio, il Pime o il Leonardo Bianchi. In subordine, si poteva instaurare un serio tavolo di concertazione con l’università e l’Asl per il recupero dei padiglioni della Maddalena, utilizzando l’irripetibile occasione dei fondi del Pnrr. Resta il rammarico per l’ennesima occasione persa e dato che oramai è evidente che il sindaco Golia  non ha più i numeri per governare, come già dimostrato in molte occasioni ed  in ultimo nel consiglio comunale di lunedì, ?auspichiamo uno scatto di orgoglio del primo cittadino, rassegnando le proprie dimissioni.  Continuando a galleggiare il risveglio dopo la caduta imminente della sua amministrazione potrebbe essere ancora più traumatico”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Golia sta galleggiando, la bocciatura della delibera in Consiglio è un segnale. Si dimetta ora altrimenti..."

CasertaNews è in caricamento