rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità Aversa

Rubata la bambola simbolo della lotta al femminicidio: 'colpevole' beccato dalle telecamere

E' stata ritrovata e consegnata alla polizia municipale, il sindaco: "Partiamo dalle piccole cose"

Prima rubata e poi ritrovata grazie alle telecamere: oltraggiati i simboli della lotta al femminicidio, con il furto di una bambola dall'installazione dell'associazione 'Non sei sola' presieduta da Teresa D'Aniello. Una bambolina che potrà avere poco valore economico ma che ha un enorme valore simbolico per i membri dell’associazione “Non Sei Sola” che offrono la possibilità di manifestare la presenza costante di una porta sempre aperta per chi ne avesse bisogno. Una installazione all'esterno del Municipio di Aversa che serve a "smuovere le coscienze e che quindi va salvaguardata". E per questo motivo dopo il furto della bambolina sono state avviate immediatamente le ricerche del colpevole. 

Smascherato grazie alle telecamere di videosorveglianza installate dall'amministrazione comunale: "Aversa non è terra di nessuno. Non mi stancherò mai di ripeterlo - dice il sindaco Alfonso Golia -. Abbiamo recuperato la bambola trafugata ieri dall'installazione dell"Associazione Non sei sola sotto i porticati del comune. L'autore è stato identificato grazie alle immagini delle telecamere che, ricordo, abbiamo rimesso in funzione in vari punti della città. La bambola è stata riconsegnata al comandante Stefano Guarino, che ringrazio. Se tutti avessimo cura e rispetto dei beni comuni Aversa sarebbe una città migliore. Partiamo dalle piccole cose".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubata la bambola simbolo della lotta al femminicidio: 'colpevole' beccato dalle telecamere

CasertaNews è in caricamento