rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Attualità San Prisco

Caldaia rotta, bambini in classe con cappelli e giubbotti

La denuncia del consigliere comunale Paolino

Brutta sorpresa per gli alunni della Benedetto Croce di San Prisco costretti a seguire le lezioni al freddo per il mancato funzionamento della caldaia. A denunciarlo è il consigliere comunale d'opposizione Francesco Paolino che ha raccolto le lamentele di diversi genitori dei bambini che "sono rimasti in classe con giubbini e cappotti perché era davvero freddo". 

Alcuni genitori, prosegue Paolino, "hanno avuto disagi e chiesto permessi per andare a prendere i figli prima a scuola". Eppure il malfunzionamento della caldaia sarebbe stato segnalato dalla dirigente al Comune che si sarebbe trincerato dietro "un silenzio assordante". "E' vergognoso che bimbi e insegnanti facciano lezione con giubbotti e cappelli, ma la cosa che ci fa più arrabbiare è che si passano la patata bollente da una parte all'altra - dichiara Paolino - Purtroppo non è un problema facilmente risolvibile". 

"Dal sindaco D'Angelo e dalla delegata Nazaria arrivano notizie poco incoraggianti che non vanno in in tal senso - rivela Paolino - Si parla di sostituire la caldaia, magari si sarebbe potuta fare d'estate o a settembre semza aspettare il freddo. I disagi quindi non finiranno a breve. Invitiamo il sindaco a valutare la possibilità di invitare qualche istituto scolastico privato locale ad ospitare almeno le classi che sono poste in una zona più fredda", conclude. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldaia rotta, bambini in classe con cappelli e giubbotti

CasertaNews è in caricamento