rotate-mobile
Attualità San Marcellino

Fondi Pnrr, ecco 18 milioni di euro. "Un treno che non passerà più"

Il sindaco Anacleto Colombiano pubblica i progetti: "Daranno un volto nuovo alla nostra città"

“E’ vero che i tempi sono stretti ma bisogna necessariamente adeguarsi nel più breve tempo possibile. Non possiamo permetterci di perdere questo treno che forse passa una volta sola e probabilmente non ritornerà. Abbiamo chiesto sacrifici a tutti gli uffici del Municipio, siamo fiduciosi”. Il sindaco di San Marcellino, Anacleto Colombiano, conferma che il comune da lui guidato “ha ottenuto un bel po’ di milioni di euro, soldi che serviranno a cambiare il volto della nostra città”, così come sottolinea pure che “ci sono delle scadenze a strettissimo giro ma rispetteremo le indicazioni del Governo. Se i lavori dovranno essere affidati entro una certa data ovviamente ci impegneremo a farlo”.

Colombiano dice che “in queste ultime settimane per far fronte ai bandi previsti dai fondi Pnrr abbiamo chiesto la massima collaborazione agli uffici, a tutti i dipendenti e anche alla parte politica. Abbiamo risposto a tutti i bandi, abbiamo ottenuto finanziamenti importanti e siamo riusciti anche ad assumere due professionisti”. Sì perché il primo cittadino dice che “si è potuto assumere un ingegnere che ci assisterà in quella che è la parte tecnica mentre un commercialista si impegnerà ad affrontare la rendicontazione delle opere. Ma non saranno gli unici interventi perché necessariamente altri professionisti saranno impegnati come supporto al Rup”.

Tra i progetti finanziati quelli per le “sei scuole della città, e chiaramente stiamo capendo anche come intervenire per ridurre al minimo i disagi per gli studenti. Alla scuola elementare di San Marcellino centro già sono partiti gli interventi e presto inizieranno anche alla scuola media”. Senza dimenticare gli interventi in un bene confiscato che “ospiterà un centro sportivo polivalente, un’altra grande vittoria dello Stato che toglie alla criminalità per donare alla nostra città”. San Marcellino a differenza di altri Comuni ha preferito - per adesso - per i bandi non appoggiarsi alla Provincia ma “al Me.Pa e ad una centrale di committenza di Nola. Ci siamo sempre trovati bene”. E quindi un messaggio ai suoi concittadini: “Questi finanziamenti ci regaleranno un grande futuro”.

I progetti finanziati per il Pnrr: in arrivo 18 milioni di euro

Quasi 18 milioni di euro arriveranno a San Marcellino per i fondi Pnrr. A San Marcellino, precisamente al Rione Campo Mauro, nascerà quindi un presidio sanitario che ‘toccherà’ anche la cittadinanza dei Comuni vicini come Frignano, Villa di Briano ma anche Aversa e Casal di Principe, così come anche Casapesenna e San Cipriano d’Aversa. Un altro importante progetto è quello ottenuto con Agrorinasce per il centro sportivo nel bene confiscato ex Euromilk di via Roma per 2 milioni e 400mila euro. Poi per il Piano palestre del Ministero dell’istruzione si prevede la “realizzazione della palestra scolastica per la Scuola Primaria plesso Scalo di via Garibaldi” per 660mila euro. Altri 660mila euro anche per la realizzazione della palestra scolastica della scuola primaria plesso Centro di Corso Italia. Per gli interventi di rigenerazione urbana invece è prevista la rigenerazione dell’area del Rione Camp Mauro e della villa comunale con il miglioramento della qualità del decoro urbano (516mila euro); Rione Spierto e della villa comunale (546mila euro); rigenerazione tra piazza Municipio e le vie De Paola, via Conte, via Palma, via Napoli con il potenziamento delle componenti urbane al fine di rendere l’area idonea a luogo di aggregazione (1 milione e 432mila euro); area urbana di piazza Cavour, mediante recupero edilizio, riuso e rifunzionalizzazione della struttura pubblica esistente del centro polifunzionale da adibirsi a biblioteca e centro digitale sociale (per 2 milioni e 500mila euro).

Poi per le scuole arriveranno oltre 2 milioni con la realizzazione di un asilo nido per 890mil euro e poi ci sarà anche un altro asilo in via Milano per 1 milione e 400mila euro. E quindi gli interventi di mitigazione e messa in sicurezza da rischio idrogeologico causato da fenomeni meteorologici mediante intervento del sistema di smaltimento delle acque meteoriche: lavori tra corso Europa e Campo Mauro (824mila euro); tra Corso Matteotti, ex Alifana e via Campana (830mila euro), e tra via Santa Croce e via Ugo Foscolo (834mila euro).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi Pnrr, ecco 18 milioni di euro. "Un treno che non passerà più"

CasertaNews è in caricamento