rotate-mobile
Attualità Marcianise

Siglato il patto sicurezza fra Comune e Prefettura. Il ministro: "Territorio che merita attenzione"

L'accordo firmato fra il sindaco prefetto e il prefetto Castaldo, alla presenza del titolare del Viminale Piantedosi

Più telecamere, contrasto alla criminalità e alla mala movida, lotta alle infiltrazioni criminali nelle attività produttive. Sono i cardini del ‘Patto per la sicurezza urbana per la promozione ed attuazione di un sistema di sicurezza partecipata ed integrata’ siglato fra il Comune di Marcianise e la Prefettura di Caserta, alla presenza del ministro dell’Interno Matteo Piantedosi.

Un accordo di 15 articoli con valenza per 2 anni, che promuove azioni integrate di sicurezza urbana, prevenzione e contrasto alla criminalità, allo spaccio di droga, all’abusivismo, alle infiltrazioni nelle attività produttive, alla mala movida, favorendo anche percorsi di cittadinanza attiva e sostegno a vittime estorsioni. 

Un nuovo commissariato di polizia 

L’accordo prevede anche la realizzazione di un nuovo commissariato di Polizia nell’ex conservatorio di via San Giuliano. “Un uovo presidio che, attraverso opere di adeguamento, sarà completato entro un anno. Un ulteriore segnale di attenzione sia per i cittadini che per gli uomini e le donne della polizia che lì presteranno servizio”, ha spiegato il prefetto Giuseppe Castaldo. “Un patto – ha aggiunto - frutto di un percorso condiviso con il Comune di Marcianise. Un sistema rafforzato fra gli attori coinvolti che potrà sostenere la crescita della comunità e il dinamismo del territorio. Le forze di polizia useranno nuove tecnologie collegando sale operative delle forze dell’ordine con la polizia locale”. Una cabina di regia coordinata dalla prefettura monitorerà lo stato di attuazione del patto. 

Piantedosi: “Territorio che merita attenzione”

“Oggi questo è un patto importante perché aggiorna i contenuti tipo dei protocolli che noi adottiamo. È molto importante perchè viene adottato su un territorio che merita molta attenzione per la sollecitazione che ci attiva dalla cittadinanza. Ci sono forme di collaborazione importanti e quindi oggi possiamo essere molto contenti”. A dichiararlo è il ministro dell’Interno Piantedosi. “Abbiamo sempre sostenuto – ha aggiunto - che la sicurezza si raggiunge anche con alcune precondizioni di cui i sindaci sono attori fondamentali. L’attività operativa delle forze di polizia è molto apprezzata e molto proficua, ma la sicurezza si compone di attività che fanno capo anche alle altre istituzioni che oggi abbiamo riunito intorno al tavolo”. Per quanto riguarda il commissariato, “non solo sarà un presidio a beneficio dei cittadini, ma creiamo anche le condizioni per un maggiore benessere del personale che opererà al suo interno”.

Il sindaco: “E’ fondamentale un’importante azione di contrasto alla criminalità”

“Un patto importante, molto strutturato, che interviene su tutto l’aspetto della sicurezza. Abbiamo una delle zone industriali più importanti d’Italia, avere un’importante azione di contrasto alla criminalità è fondamentale. Ma anche contrasto alla mala movida, problema di grande attualità. Le telecamere ci permetteranno un controllo capillare e di dare maggiore tranquillità ai cittadini”, ha spiegato il sindaco di Marcianise Antonio Trombetta.

Zinzi:"Nuovo commissariato è segnale concreto"

"Una giornata molto importante per Marcianise e per la nostra terra. Un nuovo commissariato è un segnale concreto, con cui vogliamo riaffermare che la legalità e la sicurezza sul territorio sono in cima alle priorità di questo Governo. È un impegno che abbiamo già dimostrato di voler portare avanti in Campania, penso in particolare all'azione costante a Caivano. Oggi lo ribadiamo ancora una volta, per lanciare un messaggio chiaro: prima viene la sicurezza dei nostri cittadini, condizione imprescindibile per rilanciare il nostro territorio. Un ringraziamento sentito al ministro dell'Interno Matteo Piantedosi, oggi a Caserta per la firma del protocollo per la realizzazione del nuovo commissariato, e al prefetto Giuseppe Castaldo per l'impegno costante sul territorio. Solo una terra sicura può crescere e affrontare le sfide del futuro". Lo dichiara il deputato campano della Lega Gianpiero Zinzi. 

A margine dell'incontro, i tre parlamentari esponenti dei partiti di centrodestra Gimmi Cangiano (FdI), Gianpiero Zinzi (Lega) e Francesco Maria Rubano (FI), hanno avuto l'occasione di confrontarsi con il Ministro per chiedergli di immaginare una serie di provvedimenti legislativi e normativi destinati a quei territori del mezzogiorno d'Italia che ancora soffrono in tema di sicurezza, legalità e vivibilità. Provvedimenti che possano rafforzare la presenza in termini quantitativi delle Forze dell'ordine, con l'apertura di ulteriori presidi  e con azioni mirate a tutelare le città che maggiormente risentono del fenomeno, come può esserlo ad esempio Castelvolturno e Mondragone che da tempo chiedono interventi più incisivi in tal senso. Il Ministro Piantedosi ha fatto proprie la delicatezza e l'urgenza della problematica ed ha garantito che si attiverà sin da subito per iniziare a predisporre i primi strumenti a sostegno di quanto richiesto già nei prossimi giorni. Soddisfazione è stata espressa dai tre Deputati, che hanno riconosciuto la vicinanza che ancora una volta il Governo testimonia nei confronti della Regione Campania.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siglato il patto sicurezza fra Comune e Prefettura. Il ministro: "Territorio che merita attenzione"

CasertaNews è in caricamento