Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Saviano escluso dal parterre italiano alla Buchmesse, il casertano Piccolo rifiuta l'invito

Una vera e propria levata di scudi per l'esclusione dalla lista dell'autore di Gomorra: "Non è in ballo il governo ma la letteratura"

L'esclusione di Roberto Saviano dall'elenco dei 100 scrittori invitati dall'Italia, ospite d'onore della fiera del libro di Francoforte, provoca la levata di scudi di altri autori e del mondo della cultura.

L'esclusione era stata annunciata nella giornata di martedì quando il commissario straordinario Mauro Mazza aveva reso noto che Saviano non ci sarebbe stato in quanto si era preferito "dar voce a chi finora non l'ha avuta", questo il criterio. Durissima la replica di Saviano che parla di censure da parte del Governo: "Mauro Mazza, per decisione del governo, ha escluso il mio nome - denuncia l'autore di Gomorra - I tedeschi hanno voluto invitarmi: ottimo lavoro Mazza", ironizza in un video sui social.

L'esclusione di Saviano ha provocato una vera e propria levata di scudi con diversi autori che in queste ore stanno declinando l'invito a partecipare alla Buchmesse. Tra i rinunciatari figura anche il casertano Francesco Piccolo, Premio Strega 2014. "Qui non c’è in ballo la politica, bensì la letteratura", chiarisce Piccolo al Corriere. E sull’assenza di Saviano specifica: "Ritengo semplicemente che l’Italia non possa non essere rappresentata anche dall’autore di “Gomorra”, un libro tradotto in tutto il mondo (e a seguire tutti i suoi altri). Non mi sento legittimato a rappresentare un gruppo di lavoro se manca qualcuno che evidentemente doveva esserci".

Nel primo pomeriggio di mercoledì 29, intanto, giunge il comunicato dell’Aie, Associazione italiana editori: "L’Associazione Italiana Editori ricorda, come spiegato ieri dal presidente Innocenzo Cipolletta, che la scelta degli autori ospiti a Francoforte è frutto di una procedura, fatta di un proficuo dialogo e confronto con i singoli editori e agenti letterari italiani, a partire proprio dalle loro proposte. Tra le proposte sulla base delle quali si è costruito il programma mancano ovviamente molti autori tra i quali, almeno fino ad oggi, Roberto Saviano. L’Aie non avrebbe mai permesso e non permetterà mai ingerenze esterne rispetto alla volontà degli editori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saviano escluso dal parterre italiano alla Buchmesse, il casertano Piccolo rifiuta l'invito
CasertaNews è in caricamento