rotate-mobile
Attualità Cellole

Un fiume arcobaleno per dire no alla violenza di genere e alla guerra

La fiaccolata della pace fa tappa a Cellole

Si è svolta  a Cellole la seconda tappa della Fiaccola della Pace. L’evento è stato organizzato dall’Istituto comprensivo ‘Serao-Fermi’, presieduto dalla dirigente Gabriella Rubino, secondo le linee del Ministero dell’Istruzione e del Merito, con il patrocinio del Comune di Cellole diretto dal sindaco Guido Di Leone, dall'assessorato all’Istruzione retto da Martina Izzo, e in collaborazione con il Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio Caserta-Campania che fa capo alla pacifista Agnese Ginocchio.

Al corteo, hanno preso parte tutti gli studenti delle scuole di Cellole, con i dirigenti scolastici Gabriella Rubino, Maria Antonietta Pellegrino, suor Vela, Paolo Mesolella dell’Istituto Alberghiero di Teano, il Comitato Genitori, la polizia municipale, i carabinieri della Forestale, la Polizia di Stato e la Protezione civile. La scuola Santa Lucia ha avuto un ruolo attivo nel corso degli anni, nella storia di Cellole attraverso la refezione scolastica. La manifestazione è partita dalla scuola media ‘Fermi’ per giungere al plesso ‘Serao’. Qui alla presenza del sindaco Guido Di Leone, dell’assessore Izzo, della dirigente Rubino, del Parroco don Lorenzo Langella, del Preside dell’Istituto Alberghiero Paolo Mesolella, del comandante dei Carabinieri Forestali Claudio Mastrantuono, della Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio, del Comitato genitori di Cellole e dell'Assessore alla Pubblica Istruzione Antonietta Rucco del Comune di Falciano del Massico, nominata "Amministratrice di Pace" dal Movimento per la Pace, si è tenuta la cerimonia di consegna della Fiaccola della Pace da parte della Presidente del Movimento a Francesca Sparagna alunna della 3 C della secondaria di 1° grado rappresentante della scuola. Ruolo attivo del comitato genitori Enrico Fermi formato da Geraldina Mastrantuono Elena Popolillo, Carola Toscano, Milena Trapanese, Angela Orefice, Isabella Colella, Catia De Martino, Laura Lombari, e Mafalda Tumolo. Presenti inoltre anche la Presidente e la vice Presidente de "Il silenzio uccide", Giovanna Licenziato ed Emilia Lucci, associazione contro la violenza di genere.

Il corteo ha attraversato le strade principali per raggiungere il plesso ‘Rodari’ dove è stata celebrata la messa a dimora con benedizione del parroco don Lorenzo Langella, del secondo albero della Pace dedicato a tutti i caduti e alle vittime delle guerre e stragi tra la Russia, l’Ucraina, Israele e Palestina. E’ stata rinnovata la sigla del ‘Patto di impegno per la Pace’ tra il dirigente scolastico ed il Movimento per la Pace attraverso cui si riconferma ancora una volta ‘Scuola di Pace del III Millennio’. Al termine è stata proclamata e sottoscritta la dichiarazione per la Pace, per il Cessate il fuoco ed il disarmo di “Europe for Peace” , da inviare al governo da parte di tutte le istituzioni e rappresentanti degli alunni. Striscioni, slogan, cartelloni. In ogni forma possibile bambini e ragazzi di Cellole hanno manifestato per i diritti dei bambini, per dire stop alle guerre, per mettere fine al drammatico fenomeno del femminicidi, attraverso riflessioni canti e performance trasformando la manifestazione in un tripudio di festa e di colori. Tutto sviluppatosi nella piazzetta adiacente l’istituto di via Moravia, dove è stato poi messo a dimora il 2° Albero della Pace. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un fiume arcobaleno per dire no alla violenza di genere e alla guerra

CasertaNews è in caricamento