rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Attualità

La festa per i 10 anni della libreria "Che Storia"

La titolare Cinzia Crisci ha ospitato artisti e studiosi

La Libreria "Che Storia" di Caserta festeggia i 10 anni. Punto di riferimento della cultura casertana e nazionale, a omaggiare la libreria lo scorso 8 dicembre, il Commendatore al Merito della Repubblica Antonio La Cava, ideatore del Bibliomotocarro, lo scrittore Gianluca Caporaso con l’opera "Il Signor Conchiglia", l’illustratore Antonio Boffa, l’artista Maria Teresa Palladino, lo studioso di fantasiologia Massimo Gerardo Carrese e tanti altri. Incontri, laboratori, presentazioni.

La libreria indipendente "Che Storia" di via Tanucci 83 a Caserta è specializzata in editoria per bambini e per ragazzi, con uno sguardo attento anche alla saggistica per studiosi. Cinzia Crisci, titolare della libreria, ha voluto festeggiare i 10 anni di "Che Storia" omaggiando la città di Caserta con incontri, laboratori, mostre e presentazioni. Lo scorso 8 dicembre in uno spazio allestito in via Tanucci 77 sono stati ospitati l’illustratore Antonio Boffa, noto in Italia e all’estero per le sue opere in ambito editoriale, l’artista Maria Teresa Palladino, che lavora con l’Atelier Alifuoco di Napoli, la regista Barbara Rosanò che ha raccontato Oceani, il documentario in lavorazione sul tema dell’autismo.

A seguire momenti formativi con la divulgazione scientifica di Massimo Ruccio di LeNuvole Scienza, la giornalista Donatella Trotta con un incontro sulla bibliodiversità e l’illustratrice Resli Tale con un laboratorio sulla curiosità. Il pomeriggio è continuato con l’intervento di Antonio La Cava, ideatore del Bibliomotocarro e che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha insignito per l’operato del titolo Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Gli incontri a seguire hanno visto la partecipazione degli scrittori Michele D’Ignazio, che ha raccontato la sincerità dei bambini, e Gianluca Caporaso, che ha presentato il suo "Il signor Conchiglia" edito da Salani. A chiudere la festa il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di fantasiologia, con un intervento dimostrativo sulla possibilità. Proprio a lui, già ideatore del Festival Fantasiologico con ospiti di rilievo internazionale, la titolare di "Che Storia", Cinzia Crisci, ha dedicato un post sui social dove lo ringrazia per la cura e l’organizzazione dell’evento. Fotografie di Vittorio Vola. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La festa per i 10 anni della libreria "Che Storia"

CasertaNews è in caricamento