Rifiuti, stop all'impianto per 10 giorni. Il Comune: "Non gettate l'immondizia"

Si rischia una nuova crisi nel Capoluogo. Non sarà raccolto né umido né indifferenziato

Dieci giorni senza raccogliere rifiuti. La città di Caserta rischia di ritrovarsi nuovamente sommersa dall'immondizia a causa della sospensione dell'attività dell'impianto di Pastorano.

La notizia è stata comunicata agli uffici del Comune da Ecocar, l'azienda che si occupa della raccolta rifiuti nel Capoluogo: il blocco durerà da oggi fino al 22 settembre prossimo. Praticamente per dieci giorni non sarà possibile garantire la raccolta dell'immondizia, sia indifferenziato che umido.

L'amministrazione comunale guidata dal sindaco Carlo Marino ha sottolineato in una nota che "fin da domattina (sabato, ndr), pertanto, la raccolta delle diverse frazioni subirà di conseguenza un rallentamento o la conseguente sospensione. L'amministrazione invita, pertanto, cittadini, enti ed imprese a non conferire rifiuti indifferenziati ed umidi sulla pubblica strada fin da stasera, venerdì 13 settembre".

Purtroppo, questa sembra essere proprio un'estate maledetta per il Capoluogo sul fronte rifiuti, visto che già a luglio la raccolta è stata bloccata per diversi giorni per un altro problema all'impianto di Pastorano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Avete sete dopo aver mangiato la pizza? Ecco i 3 motivi per cui accade

  • Chiede alla fidanzata di sposarlo durante la sfilata dei bottari | VIDEO

  • Il business della monnezza dei Casalesi, la Dia: "Veleni nell'acqua e nelle strade"

  • Due nuovi ufficiali per i carabinieri di Aversa: arrivano Di Mario ed Avolio

Torna su
CasertaNews è in caricamento