Attualità

Mercato preso d'assalto: oltre 1500 persone per la riapertura

Gestione dei flussi sotto controllo, i volontari della Protezione civile rilevano la temperatura degli utenti col termoscanner all'ingresso della fiera

I volontari della Protezione civile rilevano la temperatura degli utenti col termoscanner all'ingresso del mercato

La voglia di ripartire era tanta ed è stata dimostrata. Il mercato settimanale di Santa Maria Capua Vetere fa il boom di accessi dopo uno stop durato più di due mesi a causa della pandemia da coronavirus. Oltre 1500 sono state le persone che in mattinata si sono recate in via Santella per accedere alla fiera. Questi i numeri comunicati da Sebastiano Bernardo, presidente provinciale Anva che ha commentato: "Davvero niente male, considerata la presenza di soli generi alimentari". 

La riapertura del mercato alimentare nella città del Foro oltre ad aver riscosso successo da un punto di vista dell'affluenza, è stata degna di lode anche per quanto riguarda l'applicazione delle regole anti contagio sia da parte degli utenti che degli operatori commerciali. Ruolo di fondamentale importanza è stato inoltre svolto dagli agenti della polizia municipale e dai volontari della Protezione civile che hanno gestito magistralmente i flussi, garantendo un adeguato distanziamento interpersonale e rilevando la temperatura degli utenti all'entrata del mercato attraverso l'utilizzo di termoscanner. 

mercato alimentare santa maria capua vetere-2

"Spero vivamente che il tutto non spaventi le persone e che, anche se lentamente, i mercati possano ritornare ad essere quelli di un tempo - afferma Giuseppe Amoroso, vice presidente provinciale Anva - Facciamo affidamento anche sulle persone sperando che rinuncino ai grandi centri commerciali e che aiutino invece l'economia locale".

"Ovviamente non nascondiamo di aver paura per il futuro perché la fase di ripresa è lenta e le tasse dobbiamo comunque pagarle - aggiunge Giuseppe Amoroso - Noi facciamo affidamento solo sulle nostre forze: se la mattina non si lavora non si guadagna e se non si guadagna non si possono affrontare tutte le spese che ogni mese abbiamo. I sussidi che ci sono arrivati, non a tutti, non bastano a coprirle".

Intanto sul fronte della riapertura dei mercati, buone notizie arrivano anche da Maddaloni, dove martedì 19 maggio gli stand di generi alimentari potranno tornare a riaprire i battenti. Nulla ancora di ufficiale invece per quanto riguarda il mercatino settimanale del rione Vanvitelli e la fiera bisettimanale di via Ruta a Caserta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato preso d'assalto: oltre 1500 persone per la riapertura

CasertaNews è in caricamento