Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Mostre, concerti e aperture della Flora: ecco gli eventi dell'estate alla Reggia

Presentato il programma delle iniziative da maggio ad ottobre. Maffei: "Diciotto proposte approvate, presto il nuovo bando". Torna il cinema all'aperto, percorsi fino al Macrico nel segno del 'Lungoreggia liberato'

Apertura della Flora con il "Lungoreggia liberato" e l'apertura contestuale anche del Macrico. E' questo il progetto in programma nell'estate casertana annunciato nel corso della conferenza di presentazione delle iniziative di valorizzazione della Reggia di Caserta in programma da maggio alla prima metà di ottobre. 

La riapertura della Flora

Tra le novità più interessanti di certo c'è la riapertura della Flora tra dibattiti e cinema. Il progetto - "Rosso Vanvitelliano: Il Lungo Reggia Liberato" - è realizzato in collaborazione con le associazioni Compagnia della Città, Comitato per il Centro Sociale ODV, Comitato Città Viva ODV, Lipu ODV Caserta, Asd Dinamika Outdoor. E' prevista la realizzazione di cinque giornate di apertura della Flora dedicate a specifici temi sociali e veicolate attraverso laboratori, incontri, workshop, giochi e spettacoli artistici: la promozione culturale della città (14 luglio); la scoperta e tutela di flora e fauna (8 settembre); il benessere psicofisico attraverso lo sport e i sani stili di vita (15 settembre); la mobilità sostenibile e i beni comuni (29 settembre); intercultura e solidarietà (13 ottobre). Contestualmente, nelle stesse giornate, ci sarà anche l'apertura del Macrico, con corso Trieste che diventerà di fatto l'arteria tra i due poli 'green' della città.

Il sogno del 'Lungoreggia liberato'

"Superare la storica dicotomia Reggia - Città può segnare una svolta per la cittadinanza, spesso passiva e contemplativa innanzi alla bellezza ed alla maestosità dell'opera vanvitelliana, ma spesso ad essa estranea - spiega Francesco Marzano - Il lungoreggia liberato non è solo un atto formale ma insieme ad una serie di azioni progettate in modo coordinato, rappresenta un indirizzo preciso verso uno stile di vita che si riappropri della qualità dell'abitare e del vivere urbano. Una rivoluzione per una città accogliente che mira da un lato a rendere la mobilità la nostra città più sostenibile, democratica e sicura, dall’altro a creare le condizioni per un’accoglienza turistica degna di una media città europea con al centro uno dei più bei monumenti del mondo, oltre a tante altre bellezze storiche, architettoniche e paesaggistiche".

Torna la rassegna di cinema

Non solo. Quest'anno torna anche la rassegna cinematografica nei giardini della Flora. Il Comitato per Villa Giaquinto, in collaborazione con Caserta Film Lab, ripropone un’iniziativa legata alla tradizione della città con “Cinema alla Flora”, una rassegna cinematografica (dal 13 al 15 settembre con ingresso gratuito) che ha come obiettivo la valorizzazione del cinema come strumento di aggregazione e veicolo di messaggi sociali, per costruire un nuovo modo di vivere la socialità in città, stimolare la crescita del settore artistico-culturale e attivare dei canali innovativi di coinvolgimento per le associazioni del terzo settore, dando uno spazio prima di ogni film alle realtà del territorio per raccontare le buone pratiche portate avanti nel proprio lavoro.

Concerti alla Reggia

Ampia la proposta musicale. "Da metà maggio a fine giugno ci sarà un concerto a settimana", ha evidenziato Valeria Di Fratta, coordinatrice per la comunicazione, valorizzazione e promozione della Reggia di Caserta. Si comincia l’11 maggio, alle 17.30, in Cappella palatina, con l’AMI Napoli - Associazione Mozart Italia e la rassegna “La Musica, Il Mito, La Memoria _ Percorsi d’autore al pianoforte”. Il progetto si articola in tre concerti per pianoforte solista. Il mito, la follia, il dionisiaco, costituiscono il fulcro del programma musicale e prevedono la presentazione di opere pianistiche di Franz Liszt, Brahms, Ravel, Robert Schumann. L’11 maggio il concerto “Angeli e Demoni” vedrà protagonista la pianista e compositrice Maria Gabriella Mariani, che in questa occasione presenterà la sua ultima composizione “Pezzi Sinfonici”, un viaggio nel passato e nella memoria della sua terra, alla ricerca delle origini.

Torna poi ad allietare il pubblico della Reggia, l’Orchestra da Camera di Caserta in collaborazione con l’associazione Anna Jervolino che, dal  18 maggio al 29 giugno, presenterà la Primavera Mozartiana. Cinque concerti diretti da Antonino Cascio con due “rising star” per la prima volta in Regione Campania - il violinista Simon Zhu, vincitore del Premio Paganini del 2023 e Hyun Jung Song, oboista dell’Accademia dei Berliner Philarmoniker, vincitrice dell’ International Oboe Competition of Japan di Tokyo del 2023 - e di Ensemble dell’Orchestra. Dal Museo poi la rassegna si estenderà al territorio provinciale con la sezione “Mozart oltre la Reggia in Terra Laboris… sulla via di Mozart” . Dieci concerti e due masterclass ad Aversa, Capua, Teano e Sessa Aurunca per una ideale riproposizione della presenza di Mozart in Terra di Lavoro nel maggio 1770.

Grande ritorno al Museo anche per il Sonora Wind Trio che presenterà per la Notte dei Musei, il 18 maggio, programmi musicali di raro ascolto legati alla produzione compositiva di area napoletana tra ‘700 e ’800. Lo Scalone reale, il Vestibolo superiore e le sale degli Appartamenti reali saranno punteggiati da tableaux vivant musicali con la partecipazione dei danzatori della compagnia Arabesque. Il Sonora Wind Trio si esibirà anche nel “Concerto all’alba”, previsto per fine agosto 2024. Un percorso di ascolto al sorgere del sole nei giardini della Reggia con un racconto recitato sulla storia del Parco reale. I danzatori e performer dell'associazione Arabesque, con il progetto "Vivi la Reggia", improvviseranno momenti di danza sulle musiche scelte dai partner di Progetto Sonora.

Si prosegue l’1 giugno, nella Cappella palatina, alle ore 17.30, con l’Orchestra Filarmonica campana, guidata dal Maestro Giulio Marazia, che presenterà un concerto di Anja Malkov, considerata una giovane promessa del flauto a livello internazionale, e che si cimenterà nell’esecuzione del concerto per flauto e orchestra di Jacques Ibert con la direzione di Claudio Cohen.

Due novità esclusive di quest’anno sono, poi, i concerti della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato. Per il 250° anniversario della fondazione del corpo della Guardia di Finanza, il 18 luglio ci sarà l’esibizione della Banda del Corpo (102 elementi) nel I cortile della Reggia di Caserta. Dal 18 al 28 luglio si terrà anche una mostra di uniformi e cimeli, nelle sale al piano terra dell’alla della Gran Galleria, legati alla presenza dell’Accademia della Guardia di Finanza nella Reggia di Caserta tra la fine del XIX secolo e il primo quarto del Novecento.

La Questura di Caserta presenterà, invece, a settembre, il progetto "Legalità fra estetica ed etica", con l’esecuzione della banda musicale della Polizia di Stato composta da 105 esecutori provenienti dai più prestigiosi Conservatori d’Italia, con la partecipazione straordinaria del maestro Giuseppe Gibbone, celebre violinista. La banda eseguirà brani coevi all’architetto Luigi Vanvitelli.

Le mostre

Due le mostre in programma. Danilo Ambrosino, artista che ha esposto in diversi istituti culturali come il Mann, l’Orto Botanico di Napoli e Palermo e in alcune fiere di arte contemporanea, in Italia e all'estero, presenterà dal 13 giugno al 13 luglio alla Castelluccia, una mostra di dipinti a tema botanico dal titolo “Un tesoro di luce e foglie” con la curatela di Alessandra Pacelli, giornalista e curatrice d'arte. Le opere sono ispirate alla flora della Reggia di Caserta e attingono a fonti storiche sul patrimonio naturale del Parco reale come il “Plantarum Regii Viridarii Casertani“.

Inoltre la Galleria Giorgio Persano di Torino porterà alla Reggia di Caserta, nel periodo estivo, la mostra e installazione "Splendor Solis", un progetto site specific di Marco Bagnoli a cura di Marina Guida in collaborazione con Studio Trisorio. Marco Bagnoli è uno dei più significativi esponenti delle tendenze artistiche che si sono imposte in Italia alla fine degli anni Settanta.

Lo yoga nel parco reale

Per il benessere del corpo e della mente torna il Kundalini Yoga con l’associazione Rosa Del Nilo con la quinta edizione di “T-Essere insieme”. L’evento, organizzato dall'associazione in collaborazione con insegnanti certificati a livello internazionale e nazionale, si svolgerà il 14 e 15 settembre e ha come obiettivo la diffusione della conoscenza dell’antica disciplina dello Yoga. L’evento si articolerà proponendo ai partecipanti classi e tecniche di Kundalini Yoga, ispirate al tema della capacità di fare rete, ossia di intessere relazioni sane, dell’essere umano, tra questi e gli altri esseri viventi e con l’ambiente circostante. L’iniziativa si svolgerà in aree suggestive ma meno frequentate del Parco reale per unire sinergicamente due realtà culturali, il Kundalini Yoga e le bellezze architettoniche e paesaggistiche del complesso vanvitelliano. Gli eventi sono compresi nel biglietto d'ingresso alla Reggia di Caserta e negli abbonamenti mentre quelli che si svolgeranno alla Flora saranno a titolo gratuito.

La direttrice Maffei: "Centro culturale è nel Dna della Reggia"

"Siamo al terzo anno - spiega il direttore della Reggia Tiziana Maffei - Un sistema con cui chiediamo al territorio di proporre un nuovo modo di fare cultura all'interno della Reggia di Caserta. Sono state 18 le domande di altrettante associazioni approvate per la valorizzazione da maggio a ottobre e nei prossimi giorni sarà pubblicato un nuovo bando per le iniziative dei mesi invernali. Abbiamo un calendario ricco di appuntamenti che si svolgeranno anche in luoghi inaspettati della Reggia, come la mostra di Ambrosino alla Castelluccia. Sarà riproposto anche il concerto all'Alba e le aperture straordinarie all'alba per immergersi a pieno nel patrimonio naturale del museo. La Reggia - prosegue - ha nel suo Dna quello di essere un centro di cultura e di benessere per il territorio. Un contenitore in cui stiamo costruendo dei contenuti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mostre, concerti e aperture della Flora: ecco gli eventi dell'estate alla Reggia
CasertaNews è in caricamento