rotate-mobile
Attualità

"Estate da Re" a rischio: "Direttrice non autorizzerà evento"

Vertice tra i sindacati e Maffei per le mancate spettanze dell'edizione 2021

A rischio l'evento "Estate da Re" alla Reggia di Caserta. A lanciare l'allarme sono i sindacati. Infatti, in una nota congiunta, le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Flp, Unsa e Usb insieme alle Rappresentanze Sindacali Unitarie della Reggia di Caserta hanno evidenziato il rischio che la direttrice del museo possa decidere di non autorizzare lo svolgimento dell'evento.

"E’ giunta voce - fanno sapere i sindacati -.della nuova programmazione, per l’anno 2022, dell’edizione della rassegna denominata 'Estate da Re', evento di grande portata, che ha registrato ogni anno notevoli consensi a livello regionale ed ha favorito un grande ritorno d’immagine per la Reggia di Caserta. Sembra che sia previsto lo svolgimento del primo degli eventi della rassegna il giorno 11 agosto. Durante uno degli incontri con il Direttore Generale, Tiziana Maffei, si è discusso, tra le tante problematiche e per le quali il Dirigente ha mostrato grande empatia e disponibilità, del mancato pagamento, da parte della Società Scabec, dei conto terzi e non solo svolti dal personale che è stato coinvolto nell’espletamento del servizio di vigilanza per la rassegna “Estate da Re” dell'anno 2021 ed alla domanda su di un potenziale rinnovo della rassegna per l’anno 2022 il Dirigente non ha esitato a rispondere che, suo malgrado, non avrebbe autorizzato alcun tipo di evento a firma Scabec, se prima la stessa società non avesse provveduto a pagare quanto dovuto".

Una presa di posizione forte al fianco dei lavoratori. "La società non ha ancora provveduto a pagare il pregresso - sottolineano le organizzazioni sindacali - e sapere che, probabilmente, si stia organizzando una nuova rassegna, lascia letteralmente stupite, perché si chiederà ai dipendenti di lavorare in via del tutto gratuita o, addirittura, non si potrà disporre del servizio in conto terzi dei dipendenti, poiché nessuno vorrà aderire volontariamente a prestare in maniera faticosa la propria opera senza alcun emolumento. Lo scopo dell’informativa è di mettere a conoscenza l’amministrazione del fatto che se in tempi immediati, e senza stocastiche promesse, la società Scabec non provvede a pagare tutte le obbligazioni pregresse, non ci saranno adesioni per la realizzazione della rassegna, soprattutto da parte del personale di vigilanza, il solo in grado di assicurare e garantire la tutela, la sicurezza e l’integrità storica e materiale del monumento".

Quindi il diktat: "Pertanto le organizzazioni sindacali diffidano l’Amministrazione della Reggia ad accettare qualsiasi tipo di accordo e/o compromesso con la società Scabec sul saldo dei pagamenti dovuti e soprattutto su una nuova programmazione di eventi relativi alla rassegna 'Estate da Re' per l'anno 2022. La società deve prima provvedere a sanare i debiti con la Reggia di Caserta. E’ una questione di rispetto per il monumento, per i dipendenti e per la stessa Amministrazione".

L’informativa sarà inviata anche ai vertici ministeriali, che interverranno per le competenti procedure amministrative.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Estate da Re" a rischio: "Direttrice non autorizzerà evento"

CasertaNews è in caricamento